Dice agli agenti di aver perso il cellulare, ma nascondeva quasi 4 chili di droga. Arrestato dalla Polizia stradale

Polstrada Battifolle - polizia stradale

Ritmi serrati per la Polizia Stradale in Toscana, che negli ultimi giorni ha messo in campo 346 pattuglie, supportate dall’elicottero dell’8° Reparto Volo della Polizia di Stato, che hanno ritirato 55 patenti, decurtato 2.404 punti, nonché arrestato un trafficante di droga e sequestrato 120.000 euro in contanti nascosti in un’auto, sotto una scatola di polistirolo con all’interno la mozzarella fresca.

I controlli hanno interessato 1.980 persone e 1.944 veicoli, con 900 infrazioni accertate e 33 conducenti positivi all’etilometro. Gli autovelox e i telelaser hanno pizzicato 754 veicoli che correvano troppo e sui proprietari sono in corso accertamenti per giungere alla notifica dei verbali. Ad altri 292 automobilisti è stato intimato l’alt sul posto per contestare l’eccesso di velocità, mentre 96 erano senza cinture e 79 quelli con il telefonino in mano.
Gli incidenti rilevati sono stati 32, di cui quello mortale sull’A/1 vicino Arezzo, mentre gli interventi di soccorso 239, la gran parte dovuti ad avarie meccaniche.

L’arresto è stato effettuato sul tratto aretino dell’A/1, dove la Sottosezione di Battifolle ha monitorato i veicoli in transito e le aree di servizio. In quella di Arno Ovest i poliziotti hanno notato un giovane in piedi accanto alla sua auto, in evidente stato di agitazione. Gli investigatori si sono avvicinati credendo che fosse in difficoltà ma lui, un 20enne di Cremona ma residente a Piubega (MN), si è limitato a dire di aver perso il telefonino. Ma non era vero, tant’è che nell’auto è stato scovato uno zainetto con dentro quasi 4 chili di hashish, suddiviso in 71 panetti, dalla cui vendita erano ricavabili oltre 40.000 euro. Lo Polstrada lo ha arrestato, sequestrandogli droga, auto e telefonino, poi trovato.

Un’altra pattuglia di Battifolle ha intercettato un uomo di 45 anni, originario di Napoli, che era al volante di una Panda. Era solo e diretto al nord ma, giunto in prossimità di Lucignano, è stato notato dai poliziotti e fermato. Nell’abitacolo c’era uno scatolo di polistirolo contenente latticini ma gli investigatori, spulciando sotto, hanno scovato pure 18 mazzette di banconote di grosso taglio, per un totale di 120.000 euro. Lui non ha detto nulla e la Polstrada, che ha sequestrato il danaro, sta cercando di scoprirne la provenienza.