Domenica di ricerche nel Cortonese, due persone scomparse ritrovate dopo ore

Carabinieri di San Giovanni Valdarno: due persone arrestate e 11 denunciate in stato di libertà
Carabinieri di San Giovanni Valdarno: due persone arrestate e 11 denunciate in stato di libertà

Una domenica, quella di ieri, con il fiato sospeso in attesa di ritrovare sane salve due persone scomparse.

I carabinieri di Cortona, infatti, sono stati impegnati nelle ricerche di due persone scomparse, conclusesi con un buon esito grazie all’immediata attivazione dei militari e delle altre autorità locali.

Poco dopo le 15, la Centrale Operativa è stata allertata per la scomparsa di un uomo di 84 anni da Monte San Savino. A chiamare era stato il figlio 56enne, preoccupato per le sorti del padre che si era allontanato dall’abitazione in cui vive con la moglie intorno alle ore 13.

L’anziano, affetto da una lieve disabilità, aveva con sé il telefono cellulare. Subito contattato dai militari non ha saputo dare indicazioni sulla sua posizione essendo in stato confusionale. È stata così necessaria l’attivazione di un vasto piano di ricerche, guidato dalla posizione geografica che l’operatore telefonico forniva nel frattempo al Comando Stazione Carabinieri di Monte San Savino.
I Carabinieri della Stazione, unitamente ai Vigili del Fuoco di Arezzo con l’utilizzo di elicottero, alla locale Polizia Municipale ed al Comando Stazione Carabinieri Forestale di Monte San Savino, hanno battuto le località campestri e boschive limitrofe al centro urbano fino al tramonto, senza sosta visto l’approssimarsi della notte.

Poco prima delle 20, finalmente, la ricerca ha avuto il suo buon esito, quando dei passanti si sono imbattuti nell’anziano scomparso, in buona salute ma in stato confusionale, ed hanno allertato subito le autorità competenti. L’uomo è stato quindi trasportato presso l’ospedale Santa Margherita di Cortona per le cure del caso.

Nel frattempo un’analoga urgenza coinvolgeva i carabinieri di Cortona. Alle 19 si è presentato presso gli uffici un 63 enne di origine rumena e residente in località Teverina di Cortona, il quale ha segnalato la scomparsa del proprio figlio 35enne da ben due giorni.

L’uomo, ricevuto dal Comandante della Stazione di Cortona, ha formalizzato la denuncia di scomparsa riferendo che il 4 ottobre il giovane si era allontanato da casa e qualcuno lo aveva visto chiedere un passaggio e salire a bordo di un’autovettura, sulla quale non venivano però fornite informazioni precise circa il modello e tantomeno la targa. Le ricerche, rese difficoltose dai dati frammentati, dall’incertezza sulla destinazione del ragazzo e dal fatto che lo stesso fosse sprovvisto di telefono cellulare, sono state subito approntate dai militari della Stazione di Cortona su tutto il territorio di competenza.

Nel corso della notte il 35enne è stato rintracciato presso la Stazione Ferroviaria di Camucia in compagnia di un amico e subito accompagnato presso la Stazione Carabinieri di Cortona dove lo aspettava il padre, sollevato dall’ottima e rapida conclusione della vicenda.