Ecco la nuova stagione del Teatro Spina. Spazio alla commedia e alla satira

Per la stagione 2019 / 2020 il Teatro Mario Spina affina la sua scelta artistica puntando decisamente sulla tradizione della commedia e della satira, privilegiando umorismo, ironia e comicità come chiavi di lettura di argomenti anche importanti.

“Una formula rivista e originale. Si tratta di 7 spettacoli che non si ritrovano nei circuiti teatrali né della provincia aretina né di quelle limitrofe a noi. Quasi ogni fine settimana dal mese di novembre a maggio viene proposto uno spettacolo. I costi, per una precisa scelta, rimango invariati” dichiara Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura.

La stagione prevede l’omaggio che gli tributa Dario Ballantini ad Ettore Petrolini (sabato 9 novembre). Pochi giorni dopo, il 23 novembre “Coppia aperta quasi spalancata”, interpretato dal grande Antonio Salines recentemente proclamato Miglior Attore 2019 (Premio Le maschere del Teatro Italiano).

Venerdì 6 Dicembre tocca a Marco Marzocca, volto noto di Zelig e del cinema italiano, che porta in scena, insieme ai suoi personaggi, una riflessione sulla vita e il mestiere dell’attore. Sabato 28 gennaio avremo poi uno dei giovani autori italiani emergenti, Danilo De Santis che con Roberta Mastromichele mette in scena una sua esilarante commedia “Sali o scendo?”. E poi ancora il 1 di febbraio avremo Grazia Scuccimarra con lo spassoso ritratto delle nonne moderne. Sabato 15 febbraio uno spettacolo ha al suo attivo sette anni di successi “La matematica dell’Amore” con due protagonisti assoluti della scena teatrale, cinematografica e televisiva italiana Edy Angelillo e Michele La Ginestra. Chiusura in grande stile con Scoop il nuovissimo spettacolo di Giobbe Covatta, con il suo teatro che fa pensare con il sorriso sulle labbra. “Prevista la stagione cosidetta spin-off con ‘TeatroMarioSpia ChilometroZero’ nella quale sono dis cena compagnie della zona e il ‘Teatro Ragazzi’ con altri appuntamenti a loro dedicati. Lo scopo è fare qualità e avvicinare nuovo pubblico al Teatro” sostiene Pier Paolo Tognocchi, di Communty Live.

“TeatroMarioSpia Chilometro Zero”: 30 novembre Zona Franca di e con Federica Mafucci, 28 febbraio “Harvey” del Piccolo Teatro della città di Cortona e 21 marzo “Il Letto Ovale” de “La vita è bella”.
Teatro Ragazzi: 8 dicembre “Melina”, 2 febbraio “Se Pinocchio fosse Cappuccetto Rosso”

Prezzi invariati: biglietti a partire da 10 euro e abbonamenti da 60 euro

SABATO 9 NOVEMBRE 2019
BALLANTINI & PETROLINI
Atto unico tratto dalle opere di Ettore Petrolini
Scritto ed interpretato da Dario Ballantini
con Marcello Fiorini alla fisarmonica

Scenografia Sergio Billi – Costumi: Dario Ballantini e Nadia Macchi – Sartoria: Teresina Bombardieri
Foto: Giovanna Talà – Trucco: Mariangela Palatini – Regia Massimo Licinio
Dario Ballantini porta a teatro un cavallo di battaglia del suo repertorio giovanile: Ettore Petrolini. Un viaggio alla scoperta delle macchiette del più famoso precursore della comicità italiana.
Con la consueta ostinazione per il totale camuffamento, l’artista livornese riesce a far rivivere, in una versione più aderente possibile all’originale, sette personaggi, creati dal grande comico romano: Gigi Il Bullo, Salamini, la Sonnambula, Amleto, Nerone, Fortunello e Gastone, che si ripresentano in scena nel nuovo millennio. Tra un personaggio e l’altro, Ballantini si trucca a vista utilizzando una sorta di camerino aperto, recuperando anche i suoi vecchi trucchi teatrali. Ettore Petrolini può essere infatti considerato il precursore di tutta la comicità italiana, e moderna compresa, visto l’ampio ventaglio di creazione dei personaggi che sono stati anche di ispirazione per molti grandi interpreti della scena italiana.

SABATO 23 NOVEMBRE 2019
“COPPIA APERTA QUASI SPALANCATA”
di Dario Fo e Franca Rame
con Antonio Salines, Francesca Bianco e Carlo Emilio Lerici
ANTONIO SALINES MIGLIOR ATTORE ITALIANO 2019 – Premio Maschere del Teatro
scene e costumi Giuseppe Lorenzo – musiche DJ Atomic Aldho – regia Carlo Emilio Lerici
Ritmo vorticoso e scoppiettante quello di “coppia aperta quasi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame con Francesca Bianco e Antonio Salines per la regia di Carlo Emilio Lerici.
Antonia, casalinga madre e moglie, stanca degli innumerevoli tradimenti del marito tenta più di una volta di gettarsi dalla finestra ma sempre in modo maldestro e comicamente fallace, ne segue l’idea dell’uomo ,affascinante intellettuale di sinistra, di avere una coppia aperta; Antonia accetta remissivamente facendo la conoscenza di varie amanti che popolano la casa.
La donna, uscita da questo tunnel di masochismo, si decide finalmente a frequentare un uomo ma ecco che a causa di ciò il marito si rivela sul finale in tutta la sua atavica gelosia, ne segue che la coppia aperta, per funzionare deve essere aperta si ma “da una parte sola”, quella dell’uomo possibilmente.
Il testo, tutt’altro che datato e inverosimile, emerge in tutta la sua attualità grazie alla recitazione fresca ed energica degli attori. Coniugi anche nella vita (come Fo e Rame) Salines e Bianco rivelano un intesa perfetta sulla scena, capaci di far ridere senza mai trascendere nel caricaturale, ne segue una comicità elegante e mai esagerata, un vaudeville moderno reso ancor più apprezzabile dalla sobria e intelligente regia di Carlo Emilio Lerici.

VENERDI 6 DICEMBRE 2019
CHI ME LO HA FATTO FARE?
con Marco Marzocca
di Marco Marzocca e Claudio Fois
Marco Marzocca, prima farmacista, poi comico, attore, autore con una lunga esperienza di vita artistica, cinema, teatro, televisione. Marco si racconta, la sua vita, la trasformazione, gli inizi della sua carriera ma anche esperienze di vita, una vita anch’essa comica, perché comico è il minimo comune denominatore di tutta la sua esistenza. La nascita dei suoi più famosi personaggi comici, (il pasticcione ARIEL, il burbero ed irascibile NOTAIO, il manesco CASSIODORO, la maga furbona MAMMA ORSA, il tenero MICHELINO, il tecnologico STURBY. La lunga formativa esperienza di Distretto di Polizia, l’incontro e l’amicizia con il suo mentore, il geniale Corrado Guzzanti, l’indimenticabile esperienza non solo professionale ma soprattutto umana con il mitico Gigi Proietti. Una chiacchierata tra amici, un’esperienza non scritta ma vissuta, tra una risata, una domanda, una barzelletta e un ricordo di vita.Un appuntamento con il suo pubblico che Marco sta preparando e meditando da molto tempo con l’unico desiderio di condividere tutte le sue esperienze con il pubblico, divertendosi e divertendo con lo scopo di avvicinarsi sempre più all’essenza del lavoro dell’artista … emozionarsi ed emozionare .

SABATO 18 GENNAIO 2020
SALI O SCENDO?
Commedia di Danilo De Santis (revisione testo: F. Odetto)
D a n i l o D e S a n t i s e R o b e r t a Mastromichele
e con Diego Casalis, Francesca Milani, Chiara Canitano.
Parla di amore tra casualità e segni del destino la commedia “Sali o scendo?”, scritta e diretta da Danilo De Santis, volto noto di Colorado come pure Francesca Milani .
In una tranquilla serata Attilio sta per uscire con Sofia, la possibile donna della sua vita. Mentre attende il momento adatto per citofonare alla ragazza, incontra Serena, ragazza con evidenti problemi sentimentali che è decisa a scoprire se il suo ex ragazzo Paolo, che vive casualmente nello stesso palazzo di Sofia, è ancora innamorato di lei. Dall’incontro imprevisto di Attilio e Serena, una serie di vicende e scoperte inattese sconvolgerà i propositi della serata e magari anche le loro vite.
Nel gioco tra caso e destino si svolge, dunque, l’intreccio narrativo di “Sali o scendo?”: una commedia in cui si apprende che la ricerca dell’amore, spesso affidata al caso, serba in sé, al contrario, una certa fatalità. Casualmente, infatti, il destino giunge sempre puntuale, lasciando dei segni che però, si sa, vanno interpretati. Ma cosa accade se li si interpreta male? Niente di peggio che rendersi conto che c’è qualcosa che non va; ci si appella di nuovo a quei maledetti segnali avuti, per ricordarsi che non è possibile essersi confusi perché questi erano sicuramente chiari. Niente di più sbagliato, a quanto pare. Perché il destino, è vero, manda dei segni, ma lo fa con i suoi modi e i suoi tempi, del tutto casuali. Si fa presto a dire “è solo un caso” o “è stato proprio il destino”, ma non si riconosce che le due frasi andrebbero invertite nelle loro rispettive situazioni. Poiché il destino si manifesta, infatti, nella totale casualità.
SALI O SCENDO? è una commedia sentimentale, divertente e ben scritta, rafforzata dalla brillante interpretazione dei cinque attori. Un divertimento genuino che provoca quel giusto slancio di empatia verso i personaggi e sollecita la partecipazione dello spettatore nella speranza che i protagonisti si accorgano degli evidenti segnali del destino che stanno, forse, male interpretando. commedia sul destino e sull’amore.

SABATO 1 FEBBRAIO 2020
COSI’ IMPARI, CRETINA!
Scritto, diretto e interpretato da
Grazia Scuccimarra
Quando si parla di nonne si pensa subito ai centrini di pizzo, al profumo di torta di mele, alle camice coi merletti e alle confetture fatte in casa. Nonna Papera però esiste solo nei fumetti!
La nonna di oggi deve essere aggiornata, tecnologica, perennemente connessa, smart, cool, social. Deve essere una baby sitter sempre disponibile, una moglie efficiente, informata, moderna… Ma quanto è difficile ?!!?! Chi la capisce la musica trap? Come cavolo funziona la presa USB e soprattutto perché ogni tanto lo smartphone fa partire le telefonate da solo? Se c’è una cosa bella del tempo che passa è che a un certo punto si ha la libertà di dire quello che ti pare, perché l’età te lo permette.
Basta compromessi! Basta buonismi! E’ ora di sfogarsi e, se ce n’è bisogno, con un magnifico effetto liberatorio, mandare tutti a quel paese! Grazia Scuccimarra torna in scena con una stand up comedy sorprendente, moderna, efficace. Un’ analisi lucida e senza filtri, un viaggio allegro e cinico nel mondo che ci circonda. Due ore ininterrotte di risate che cambieranno per sempre il nostro punto di osservazione sulla nostra realtà quotidiana.

SABATO 15 FEBBRAIO 2020
LA MATEMATICA DELL’AMORE (radice di 2 )
Michele La Ginestra e Edy Angelillo
regia di ENRICO MARIA LAMANNA
Edy Angelillo e Michele La Ginestra tornano insieme per il settimo anno consecutivo, per ripresentare uno spettacolo che ormai è diventato un cult del panorama teatrale italiano. La Matematica Dell’Amore (Radice di 2) è la storia di un uomo alle soglie della pensione, che fa il consuntivo della sua vita. Lo accompagna una donna. Lo accompagna da quando erano bambini. Tom e Gerri, l’uomo e la donna… bambini, adulti, vecchi. Ricordi, emozioni e giochi di sessant’anni di vita insieme, tra alti e bassi, tra prendersi e lasciarsi, raccontati con la voglia di sorridere, anche delle difficoltà. In fondo, lei e il suo giocare col mondo sono l’eccezione, mentre lui e il suo rifiuto della matematica sono la regola. È una storia d’amore, di matematica e di sentimenti. Uno spettacolo molto divertente, con risvolti dolci-amari, per divertirsi, per sorridere e, perché no, riflettere …

Sabato 14 Marzo 2020
SCOOP (la donna è superiore all’uomo)
Scritto, diretto e interpretato da
Giobbe Covatta
Esistono razze superiori o razze inferiori? La risposta – ahime – è SI! La conferma ci arriva attraverso SCOOP, il nuovo spettacolo di Giobbe Covatta, che presenta una serie di interviste ad eminenti personaggi che la sanno lunga sull’argomento. La conclusione è che non si tratta di colore, origine o tratti somatici. Il maschio è una razza inferiore mentre l’unica razza superiore è la femmina. L’evidenza è che dall’infanzia alla morte il maschio genera e sostiene violenze, bullismo, scazzottate, malavita, ignoranza, congenita stupidità diffusa, presunzione innata, etc. Se ne parla in scena con eminenti ospiti: “Dio”, un vecchio fascista “Ernesto Storacchio”, un membro maschile di nome “Clemente”, “Mesto” l’ultimo uomo dell’ antropocene, “Dante Alighieri”, “Giacomo Casanova”, “D’Artagnan” e molti altri esperti sull’argomento

Stagione Teatrale 2019/2020
campagna abbonamenti
Pro Loco Castiglion Fiorentino piazza Risorgimento
Dal Lunedi al Sabato 10-12 e 16-19
dal 5 al 10 ottobre per i vecchi abbonati
dal 11 ottobre all’8 novembre per i nuovi abbonati

prezzi abbonamenti (7 spettacoli)
platea, palco I ord. intero € 110 / ridotto € 100
palco II ord. intero € 90 / ridotto € 80
palco III ord. intero € 70 / ridotto € 60

Prevendita spettacoli
Pro Loco Castiglion Fiorentino – Piazza Risorgimento
Dal Lunedi al Sabato 10-12 e 16-18
Box Office Toscana 055 210804 e Punti vendita Coop www.ticketone.it
Biglietteria il giorno dello spettacolo dalle ore 19 presso il teatro
INFOLINE : 339 8556862 info@communitylive.it

Prezzi biglietti
platea, palco I ord. intero € 20 / ridotto € 18
palco II ord. intero € 16 / ridotto € 14
palco III ord. intero € 12 / ridotto € 10
Riduzioni : studenti under 30, over 65