Etruschi e romani. Conosciamoli meglio con i libri illustrati per bambini di Chiara Cipolla

79

Mercoledì 27 febbraio le due grandi civiltà sono le protagoniste del nuovo appuntamento con i “Pomeriggi in BiblioCoop”. Nel corso del pomeriggio ci sarà anche un divertente laboratorio sulla scrittura etrusca

AREZZO – Mercoledì 27 febbraio 2019, alle ore 17, la Sala Soci del Centro Coop.Fi di viale Amendola, ad Arezzo, ospiterà la presentazione dei volumi “Sai chi erano gli Etruschi?” e “Sai chi erano i Romani? – vol. 1 e 2” (Edizioni Helicon) di Chiara Cipolla.

L’iniziativa fa parte del ciclo di incontri letterari “Pomeriggi in BiblioCoop” del 2019, che si svolgeranno una volta al mese a ingresso gratuito.

Presenteranno Marco Botti e Silvia Frunzi. Nel corso dell’iniziativa i bambini partecipanti potranno disegnare e fare un divertente laboratorio sulla scrittura etrusca condotto da Laura Davitti.

Età consigliata 6-10 anni.

I LIBRI

Raccontare il passato ai più piccoli non è mai semplice. Servono competenza, capacità divulgativa e freschezza. Una formula magica che Chiara Cipolla, autrice toscana che vive in Turingia, nel cuore della Germania, conosce bene.

Diplomata in Cinema di animazione alla Nemo Academy, Chiara scrive e disegna volumi per ragazzi dal 2011. Nelle sue opere c’è sempre il desiderio di trasmettere l’amore per i viaggi, la storia e le civiltà antiche ai bambini e non solo.

“Sai chi erano gli Etruschi?” prende in esame la popolazione che abitò le regioni del Centro Italia, partendo dai villaggi villanoviani fino ad arrivare alle organizzatissime città-stato, per scoprire storie, usi e abitudini di una delle culture più affascinanti ed enigmatiche.

“Sai chi erano i Romani?” tratta invece, in due libri, la civiltà che più di ogni altra ha segnato la storia dell’Occidente. La prima parte affronta la mitica nascita di Roma, gli scontri con gli altri popoli presenti sul suolo italico e il periodo repubblicano. Nella seconda si va dal grande Giulio Cesare fino alle invasioni barbariche, che misero fine a secoli di dominio incontrastato.