Festa dell’ultimo dell’anno e presunti coinvolgimenti: i chiarimenti del consigliere comunale Federico Scapecchi

38
Federico Scapecchi
Federico Scapecchi

Il consigliere comunale Federico Scapecchi ha tenuto un incontro per chiarire i termini del presunto coinvolgimento nell’inchiesta giudiziaria sui fatti dell’ultimo dell’anno.

“Faccio una premessa: la festa è stata realizzata a seguito di un bando che ha visto vincitore un soggetto che poi si è occupato dell’organizzazione materiale della festa. Io sono arrivato in piazza Sant’Agostino dieci minuti prima della mezzanotte nella veste di cittadino privato fruitore dell’evento. Non avevo alcun ruolo organizzativo e di responsabilità e neppure sono iscritto all’associazione vincitrice del bando, alla quale va peraltro la mia solidarietà.

Lo scorso mese mi è stato notificato dalla polizia locale un avviso su indagini in corso per fatti avvenuti in occasione del 31 dicembre/primo gennaio, contestandomi fattispecie riconducibili agli articoli 650 e 81 del codice penale: inosservanza reiterata del provvedimento di un’autorità. Non sono comunque reati contro la pubblica amministrazione e non comportano di conseguenza incompatibilità con il ruolo di consigliere comunale.

A oggi non conosco altri particolari. Posso dunque supporre che quanto mi si contesta sia legato alla festa dell’ultimo dell’anno, per la quale però, ribadisco, non svolgevo alcun compito. Confido nella polizia locale e nella magistratura per chiarire tali aspetti e dimostrare la mia estraneità ai fatti”.