Frazioni e periferie: giù le imposte comunali

Dichiarazione del consigliere comunale Donato Caporali

“Resta indubitabile che le frazioni e le periferie subiscono un trattamento di serie B. Sono 41 nel Comune di Arezzo, uno dei più vasti d’Italia, e la loro popolazione è consistente. Ma i servizi non sono gli stessi del centro. Le opere pubbliche che vi confluiscono sono una percentuale minima rispetto a quella di cui beneficia il secondo. Un’amministrazione seria dovrebbe o invertire la tendenza o prenderne atto. Questa seconda opzione andrebbe accompagnata da una scelta ulteriore: pesare meno sui cittadini delle frazioni e delle periferie in termini di imposizione fiscale locale. A chi riceve meno si deve chiedere meno. È un principio di buon senso e di correttezza politica”.