Furto e circonvenzione di incapace, denunciata badante. Aveva raggirato e derubato l’anziana assistita

anziani
anziani

Incastrata dai Carabinieri del Comando Compagnia di Sansepolcro una donna rumena che si era impossessata dei gioielli e del denaro di un’anziana signora biturgense.

Furto aggravato e circonvenzione d’incapace, sono questi i reati dei quali deve rispondere una badante rumena 50enne, da anni domiciliata a Sansepolcro.

Gli uomini dell’Arma, a conclusione di una complessa indagine di Polizia Giudiziaria avviata a seguito di denuncia presentata dagli eredi testamentari della donna, che all’atto della ricognizione dei beni, constatavano l’ammanco di monili in oro e depositi bancari, hanno scoperto che la cittadina straniera, approfittando della fragilità psicologica e fisica dell’anziana, dopo averne carpito la fiducia, si era appropriata di gioielli e denaro.

La badante, infatti, già a distanza di pochi giorni dall’assunzione, era riuscita a raggirare l’assistita con la falsa promessa di accudirla fino al decesso.