Giocando s’impara: coloriamo due case molto particolari

Colorare stimolare la creatività.

Colorare è tutt’altro che un’azione monotona e ripetitiva.

Chi colora scopre che si può farlo in moltissimi modi diversi, con moltissime varietà di colore, con i materiai più disparati e con le tecniche più alternative.

C’è la possibilità di scegliere in base al proprio gusto sperimentando la soddisfazione di dare vita ad un disegno del tutto unico e personale.

Colorare migliora la concentrazione.

Colorare aumenta la capacità espressiva.

Il colore arriva là dove le parole falliscono e diventa un tramite degli stati d’animo più profondi e sinceri e aumenta in questo senso la capacità espressiva dell’autore che ne può essere più o meno consapevole.

Colorare abitua al rispetto delle regole.

Talvolta i sono liberi di colorare come desiderano, altre volte devono rispettare i margini, gli spazi.

Così attraverso l’attività del colorare sperimentano alternativamente libertà e disciplina, creatività e rigore.

Nuovo appuntamento con Giocando s’impara, la rubrica di Arezzoweb che tutti i sabato alle ore 10.00 presenta un percorso di giochi e attività che possano stimolare la capacità di osservare e immaginare dei bambini.

Oggi decidiamo di COLORARE.

Due bellissime ed originali case, a forma di fungo e di castello.

Chissà chi ci abiterà?

Uno gnomo? Un Principe?

Giocando s’impara significa giochi facili che metteranno alla prova le abilità logiche dei bambini.

Trovare le differenze, scoprire la strada giusta del labirinto, completare delle sequenze.

Aguzzare l’ingegno e imparare senza fatica, affrontando giochi con numeri e parole.

Disegni da colorare.

Tracciati da terminare.

Labirinti per far correre le matite e facili domande a cui rispondere.

Tutte le settimana questo e molto di piu’ è Giocando s’impara.

Scarica QUI gratuitamente la pagina A4 di Arezzoweb.it  e gioca con matite e pennarelli.

Buon divertimento.

RUBRICA A CURA DI ROBERTO FIORINI