Giovani attori sul palco per ricordare l’orrore del nazismo

Libera Accademia del Teatro - Giornata della Memoria
Libera Accademia del Teatro - Giornata della Memoria

Domenica 27 gennaio, Giornata della Memoria, va in scena “I 20 bambini di Bullenhuser Damm”

L’appuntamento, curato dalla Libera Accademia del Teatro, sarà seguito da una replica per le scuole

AREZZO – Una serata a teatro per non dimenticare gli orrori del nazismo. Domenica 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, la Libera Accademia del Teatro rinnoverà il proprio impegno nel celebrare questa ricorrenza e vedrà salire sul palco i suoi più giovani allievi per mettere in scena lo spettacolo “I 20 bambini di Bullenhuser Damm”, curato dalla regia di Uberto Kovacevich. L’appuntamento, inserito all’interno della rassegna Messaggi Winter della Rete Teatrale Aretina, è fissato per le 21.00 al teatro Pietro Aretino di via Bicchieraia. La serata permetterà di ricordare una delle più drammatiche vicende della Shoah che, tratta dal libro “Chi vuol vedere la mamma faccia un passo avanti”, parla di venti bambini ebrei tra i cinque e i dodici anni deportati ad Auschwitz-Birkenau e utilizzati dai nazisti come cavie per gli esperimenti, prima di essere brutalmente uccisi.

Libera-Accademia_1Questa storia, accompagnata da riflessioni sull’assurdità dell’episodio e sul valore della vita umana, rivivrà in tutta la sua atrocità per merito di attori tra i quindici e i diciannove anni dei corsi della Libera Accademia del Teatro che, dopo il debutto domenicale aperto all’intera cittadinanza, riproporranno lo spettacolo anche nella mattinata di lunedì 28 gennaio per una replica rivolta alle classi delle scuole medie e superiori. Questa seconda iniziativa rientrerà nella rassegna “Allievi per Allievi” promossa per educare gli studenti alla cultura teatrale, rendendoli spettatori di una rappresentazione di cui saranno protagonisti i loro coetanei. Lo spettacolo, infatti, sarà seguito da un dibattito tra il pubblico e gli attori che favorirà la conoscenza del teatro dalla prospettiva di chi è salito sul palco, mettendo a confronto emozioni e pensieri di ragazzi di pari età ma con ruoli diversi. Per permette alle classi di arrivare preparate a questo appuntamento, i docenti della Libera Accademia del Teatro hanno tenuto nelle scorse settimane alcuni laboratori all’interno delle scuole, dove gli alunni sono stati accompagnati alla scoperta delle dinamiche del teatro attraverso approfondimenti di testo, autore e note di regia, con la sperimentazione diretta di esercizi teatrali e con la prova di alcune scene. «Da sempre siamo sensibili ai temi della pace e della memoria – ricorda Amina Kovacevich, presidente della Libera Accademia del Teatro, – proponendo spettacoli dedicati alla shoah. Per quest’anno teniamo ancor di più a questo appuntamento perché coinvolgerà anche le scuole che sono il luogo preposto per tenere in vita la storia: “I 20 bambini di Bullenhuser Damm” sarà uno spettacolo duro ma emozionante che vedrà i nostri giovani allievi impegnati nel mettere in scena tutto il dramma dell’olocausto».