Grande colpo dell’Amen SBA

Non si è fatto attendere molto il secondo innesto di valore per l’Amen 2019-2020.

Anche questo si tratta di un colpo da novanta per la società che ha messo sotto contratto  Santiago Ezequiel Rodriguez proveniente dalla Serie A2 argentina dove vestiva i colori del Centro Espanol.

Rodriguez, classe 1994, sarà il giocatore capace di infiammare il Palasport Estra con i suoi canestri mettendo al servizio del quintetto aretino la sua esperienza nella massima serie argentina.

Nella stagione appena conclusa il nuovo arrivo in amaranto ha giocato oltre 17 minuti di media a partita con 6,5 punti realizzati prodotti con il 35% da 3 punti e l’84% ai tiri liberi. Le statistiche non tengono però conto che Rodriguez dopo un inizio di stagione in punta di piedi, è diventato un autentico trascinatore della propria squadra risultando in più di una occasione decisivo con le sue triple. Alto 187 cm Santiago sarà la guardia titolare dell’Amen con la duttilità di poter aiutare anche in posizione di playmaker.

Dopo Tenev, è il secondo innesto per la società amaranto per il campionato di Serie C Gold che dovrebbe prendere il via il 26 Settembre, mentre la Coppa inizierà nel weekend 31 Agosto-1 Settembre.
Le parole del Presidente Castelli: “Sono lieto di dare a Santiago il benvenuto ad Arezzo. Sono convinto che sarà il giocatore capace di fare innamorare il nostro pubblico con le sue giocate e la sua determinazione. E’ un innesto super per la nostra squadra perché oltre ad essere un realizzator ha delle qualità difensive oltre la media. Rodriguez ci porta grande qualità in entrambi i lati del campo e sono certo che entrerà immediatamente nel cuore degli appassionati aretini“.

Il commento di coach Milli: ” Rodriguez è una guardia realizzatrice che proviene dal campionato argentino di A2 e di conseguenza da un livello abbastanza alto. E’ un giocatore che è partito in punta di piedi pur non essendo il primo terminale offensivo della propria squadra e con il passare delle giornate è riuscito a chiudere la stagione con ottimi numeri in crescendo, con la percentuale del tiro da 3 punti arrivata al 40% rimanendo in campo tanti minuti. E’ la prima volta che si confronta col basket europeo ma le sue doti di ottimo atleta e l’intensità in fase difensiva ci saranno di grande aiuto così come le sue capacità realizzative“.