iGeneration – Naim Mu-su 2

Naim non è come le altre aziende di hi-fi.

C’è sempre, nei suoi prodotti indipendenza di pensiero, originalità di ideazione e realizzazione che li rendono davvero speciali.

Dal primo amplificatore di potenza, il NAP 250, prodotto con numerose modifiche ancora oggi, fino all’ultimo SuperNait 3, l’azienda inglese ha realizzato apparecchi essenziali, robusti, affidabili e ben suonanti.

E costosi.

Nuovo appuntamento con iGeneration, la rubrica di Arezzoweb.it interamente dedicata all’High Tech.

Dai motori agli elettrodomestici, dai videogiochi all’audio, dai cellulari ai computer, tutto questo è iGeneration, ogni martedì alle ore 10.00.

igeneration

Non è un caso se nei negozi della Mela si trova, tra i vari speaker compatibili con iPhone e Apple Music, anche il nuovo Naim Mu-So, un bellissimo, lussuosissimo e speaker.

Le dimensioni sono importanti, e consentono di far entrare nel Mu-So 2 ben sei altoparlanti e  altrettanti amplificatori, per un totale di 450 Watt.

Il Naim Mu-So 2 è dotato di un DSP (digital sound processor) potente che integra nuovi servizi: Tidal e Spotify Connect sono inclusi, insieme alla compatibilità con AirPlay 2.

C’è ancora il supporto per DLNA e UPnP, e in più un modulo Chromecast.

Il Mu-So 2 è dotato anche di un ingresso analogico e di una presa Hdmi ARC per il collegamento a un televisore compatibile.

Il telecomando è piccolo, squadrato ma ha tutto quello che serve, compreso un pulsante per oscurare o ridurre l’illuminazione del logo Naim.

Poi c’è la manopola di controllo, che nell’uso è un vero piacere: funziona con precisione, ha un che di magico quando si illumina appena si avvicina la mano.

Serve per muoversi tra le varie funzioni dell’apparecchio e i pulsanti a sfioramento permettono anche di memorizzare i preferiti (stazioni radio, playlist).

La massima qualità audio si ottiene sempre da file ad alta risoluzione registrati su disco.

Il Mu-so 2 impressiona per la potenza e il volume sonoro di cui è capace, e tuttavia mostra un generale senso dell’equilibrio: riproduce bene il suono metallico delle corde della chitarra e i piatti della batteria, permette di seguire bene linee di basso anche complesse, districa gli intrecci di percussioni più veloci, rende in modo credibile le voci sia maschili che femminili. 

Il Naim è abbastanza tollerante verso sorgenti di qualità non eccelsa, e l’audio standard di Spotify a 320kbps suona molto bene, energetico e vivace, come pure le stazioni radio su internet, almeno fino a 192 Khz.

Più che accettabile il risultato anche con la connessione Bluetooth.

Il prezzo di listino?

1549 euro.

4.png