Il Cinema a portata di Smartphone le uscite di questa settimana

Vuoi cinque buoni motivi per andare al ?

Eccoli.

Il cinema è una sorta di terapia e fa davvero bene al cuore e all’anima.

Il cinema, proprio come un buon libro, ti fa evadere dalla routine e dai problemi.

E ancora il cinema permette di imparare sempre qualcosa di nuovo.

Vedere i alla TV è comodo ma vuoi mettere al cinema!

Il cinema è magico, sempre.

Sei d’accordo?

Scrivi la Tua opinione e/o suggerimenti a: redazione@arezzoweb.it.

Nuovo appuntamento con il Cinema a portata di Smartphone.

Una agevole e veloce guida alla programmazione dei film in uscita nella nostra città.

Ecco in anteprima per Federica e per tutte i lettori le uscite di oggi giovedì 23 maggio 2019.

TAKARA di Damien Manivel

“Come ogni mattina, un uomo esce presto per andare al . Lascia in casa il figlio, di 6 anni”.
takara

Sulle montagne del Giappone, un nucleo familiare di quattro persone vive in una piccola abitazione circondata dalla . Una notte, mentre padre esce come sempre nel buio per andare a lavorare al locale mercato del pesce, il figlio piccolo resta insonne e occupa come può il suo tempo tra i giochi. La mattina dopo, molto assonnato e con un disegno che ritrae nello zaino il mondo acquatico, non si avvia a come la sorella, ma a una giornata di scoperta.

Guarda il trailer:
https://www.youtube.com/watch?v=W4KA3ErrqZ4

FORSE E’ SOLO MAL DI MARE di Simona de Simone

“Francesco, padre quarantenne in attesa del ritorno della moglie e Anita, promettente pianista di successo imprigionata nel rapporto paterno”.
mare

Francesco, ex fotografo, è un uomo di quarant’anni, toscano, che dopo aver girato il mondo diventa pescatore a Linosa per amore di Claudia, la stessa che, dopo diciassette anni di matrimonio abbandona la famiglia in cerca di una vita fuori dall’isola. Anita ha diciassette anni, è la figlia di Francesco e di Claudia, vive la sua vita con i compagni del liceo scientifico coltivando il sogno di diventare pianista. Francesco e Anita non possono fare a meno l’uno dell’altra ma le cose cominciano a cambiare quando la ragazza fa richiesta di iscrizione al conservatorio di Lugano e con l’arrivo della nuova , Laura. Le vicende personali del padre e della figlia si intrecciano nell’attesa di una risposta che potrebbe cambiare le loro esistenze, tra riflessioni e ferite personali, sorprese e colpi di scena. Sullo sfondo una Linosa quasi deserta, fotografata in una stagione non turistica, animata dal mare a volte calmo e a volte mosso come gli animi dei pittoreschi abitanti occupati nelle loro esilaranti routine, con le loro indelicate attenzioni ma sempre pronti all’accoglienza.

Guarda il trailer:
https://www.youtube.com/watch?v=CE07xqP2mLE

POLAROID di Lars Klevberg

“Il ritrovamento di una vecchia Polaroid e il susseguirsi di una serie di omicidi sempre più efferati”.
polaroid

Sarah e la sua amica Linda stanno rovistando nell’attico di casa quando trovano una scatola con dentro una vecchia Polaroid SX-70. Quando Sarah è sola, qualcosa inizia a spaventarla: rumori improvvisi provenienti dalla macchina fotografica, scricchiolii, la visione di una ragazza impiccata e infine la presenza di un’ombra misteriosa. Si susseguiranno una serie di omicidi sempre più efferati fino a quando lo spirito intrappolato nella polaroid non riuscirà a vendicarsi e a porre fine al suo disegno di morte e distruzione.

Guarda il trailer:
https://www.youtube.com/watch?v=J4PqieKio2o

Buona visione dalla redazione di Arezzoweb.it.

E ricorda, come afferma Roberto Benigni “Il cinema è composto da due cose: uno schermo e delle sedie. Il segreto sta nel riempirle entrambe”.

RUBRICA A CURA DI ROBERTO FIORINI