Il club delle pecore nere di Pierpaolo Mandetta

per TUTTE le ORECCHIE

Paesaggi Letterali Settimanali a cura di Roberto Fiorini

 

Immaginate un tredicenne abbandonato dalla madre in un di amici trentenni, il trio delle pecore nere.

Uno scrittore che, dopo il coming out, ha rinunciato alla sua favola romantica mollando il marito all’altare.

Una spogliarellista dal carattere pungente, femminista fino al midollo.

Un manager dissoluto, costretto dal capo a trovare una fidanzata di facciata per non sfigurare con i clienti.

Lui è Rocco e loro Samuele, Nicole e Ivan.

Il risultato è una bomba pronta a esplodere.

Perché mentre tentano di riordinare le proprie esistenze e affrontare le proprie paure, Rocco, il timido adolescente che però sembra il più della casa, scardinerà tutti gli equilibri delle loro giornate e li costringerà a vedere il mondo da una prospettiva diversa.

E così, tra notti rocambolesche, storie familiari complicate, di coppia e di sessualità, scene esilaranti, i tre trentenni dovranno imparare a prendersi cura non solo di se stessi ma anche di questo strano ragazzino.

E iniziare a fare i conti con l’età adulta e con tutti i colori dell’.

Sii te stesso, tutti gli altri sono già stati occupati ”.

Pubblicato da Rizzoli e uscito a fine maggio, il Club delle pecore nere di è una divertente.

Il club delle pecore nere

Il club delle pecore nere

Classe ’87, Pierpaolo Mandetta è scrittore e blogger.

E’ nato a Paestum, dove ha vissuto e fatto il barista fino a 28 anni, ed oggi viva e lavora a Milano.

Scrive ogni giorno sul suo profilo facebook seguito da oltre 100 mila utenti e sul suo blog, dove tiene anche una rubrica per relazioni in bilico con cui risponde ai lettori su tradimenti, sesso e amore.

Si definisce vagamente suscettibile.

E’ dannatamente faticoso essere liberi ed evadere dalla gabbia delle convenzioni sociali – scrive – c’è il rischio che nessuno voglia seguirti fuori e che tu ti senta peggio da libero che da rinchiuso”.

Essere se stessi in una società che ci vorrebbe tutti uguali non è la cosa più semplice di questo mondo.

Le pressioni a seguire un percorso già scritto agiscono in modo sottile ma pervasivo sulla nostra mente.

Siamo fortemente influenzati ad identificarci nei modelli preconfezionati forniti dalla società, dai condizionamenti sociali e dalle aspettative di parenti e insegnanti.

Essere se stessi, sentirsi diversi, spesso ha un prezzo molto spesso alto.

A volte si finisce per essere emarginati da un gruppo, per essere additati come il rompiscatole o il guasta feste.

È più facile perdersi nella massa , annullando la propria individualità.

 Omologarsi agli altri richiede meno sforzo di pensiero, meno problemi, magari più amici e persone che ti cercano.

Già con il precedente romanzo, Dillo Tu a mamma – un successo editoriale inaspettato e travolgente – Pierpaolo Mandetta ci suggeriva quanto sia normale e liberatorio essere diversi, non conformi alle regole .

2.jpg
Pierpaolo Mandetta

Vogliosi di salvare l’amore e di ricongiungersi alle persone importanti anche quando ci feriscono.

Perché andiamo via, ma il bisogno di tornare a casa, al profumo di sugo, ai vicini impiccioni, ai vicoletti del passato, alle certezze, ci rende tutti simili.

Nel nuovo romanzo Mandetta ci ricorda che siamo tutti imperfetti, un po’ egoisti e lunatici.

Ma dobbiamo permetterci di essere noi stessi.

Un romanzo che parla d’amore, di amicizia, di , dei problemi mai detti.

Un romanzo dedicato a tutti quelli che nella vita si sentono pecore nere.

Il club delle pecore nere rappresenta un luogo in cui essere felicemente single, essere divorziati, essere senza figli, ragazze madre, madre sole contro tutti, uomini ingenui e sognatori o poco virili, padri che hanno sbagliato, ragazzi e ragazze con un brutto passato, insomma persone che non ci stanno a sembrare perfette in un settore di luoghi comuni, possono finalmente sentirsi liberi.

Liberi di sentirsi innamorati.

E controcorrente.

Viviamo in un mondo in cui le persone si amano e poi si odiano nel giro di un giorno e spesso tutto avviene sui social.

Pierpaolo Mandetta racconta una storia bellissima, fatta di esperienza vissute e subite, di famiglia e amori, di grosse ferite e smarrimento.

Una storia che parla della vita, impegnativa e faticosa, ma sempre sorprendente e meravigliosa.

Fin da ci raccomandano di stare attenti all’uomo nero, alla caramelli dagli sconosciuti, ai sorrisi degli invidiosi, ma crescendo comprendiamo che le persone che più ci fanno male sono proprio quelle che avevano detto di amarci”.

Pierpaolo Mandetta

Pierpaolo Mandetta

9 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.