Il cuoco-pirata Shady torna a RaiUno da Elisa Isoardi

Chef Shady e Elisa Isoardi
Chef Shady e Elisa Isoardi

Il noto chef aretino sarà protagonista di due momenti de “La ” di giovedì 7 marzo

Nella sua ultima apparizione, chef Shady è stato ribattezzato da Elisa Isoardi come il “cuoco-pirata”

La aretina torna a “La prova del cuoco” con chef . L’appuntamento è fissato per la mattinata di giovedì 7 marzo quando l’aretino sarà ancora una volta impegnato nel programma di RaiUno come maestro di nella prima manche e nella sfida finale, accompagnando i telespettatori in due momenti che metteranno alla prova le sue conoscenze gastronomiche e la sua creatività ai fornelli. Nella sua ultima puntata, chef Shady è stato ribattezzato il “cuoco-pirata” dalla conduttrice Elisa Isoardi per la bandana con cui recentemente si è presentato a “La prova del cuoco”, una trasmissione di cui è ormai uno dei volti fissi e a cui sta portando un contributo in termini di toscanità e di internazionalità in virtù della sua doppia radice italo-palestinese.

Nella puntata di giovedì, il cuoco si confronterà con un collega nella prima manche in cui sarà chiamato a realizzare e a spiegare un piatto in grado di esprimerne l’identità professionalità. Il tema della giornata saranno i secondi di e chef Shady proporrà un viaggio fino alla sua infanzia, per ingolosire i telespettatori con una moderna rivisitazione di una ricetta casalinga preparata da sua madre: uno sformato di patate ripieno con macinata e cipolle. Successivamente sarà la volta della sfida finale in cui, indossando la pannuccia del “Peperone verde” o del “Pomodoro rosso”, affiancherà il concorrente della giornata nella lavorazione di ingredienti a sorpresa dove, a fare la differenza, saranno la velocità e la fantasia nell’ideazione di due piatti da sottoporre ad una giuria formata da vip e da esperti di cucina (nell’ultima puntata, ad esempio, erano presenti Lorella Cuccarini o la chef stellata Iside De Cesare). In questa fase, chef Shady rinnoverà il proprio impegno nel riproporre ricette ispirate anche alla tradizione gastronomica locale e nel raccontare curiosità relative ai singoli ingredienti, con un connubio tra saperi e sapori verso cui la stessa Isoardi ha più volte espresso il proprio apprezzamento.