In arrivo all’Unione Montana della Valtiberina Toscana oltre 35 mila euro di contributi per il superamento delle barriere architettoniche nelle abitazioni

euro
banconote

Eliminare gli ostacoli alla vivibilità delle abitazioni da parte delle persone con diversa abilità: è questo l’obiettivo della Regione Toscana che ha trasferito alla provincia di Arezzo oltre 235mila euro da destinare al superamento delle barriere architettoniche. Di questi oltre 35 mila euro andranno all’Unione Montana della Vantiberina.

I cittadini potranno quindi presentare le domande ai comuni di appartenenza dove saranno valutate e successivamente trasferite ad un’apposita commissione costituita all’interno dell’Unione e composta da tecnici comunali e da un medico della Asl. Una volta valutata l’entità degli interventi da realizzare, il medico esaminerà la patologia del disabile per procedere all’assegnazione di un punteggio che servirà alla creazione di una graduatoria. I contributi saranno quindi assegnati dopo un’attenta valutazione tecnica e sanitaria e la graduatoria includerà anche le domande presentate nel biennio precedente.

“La libertà di muoversi e l’autonomia anche nell’ambito domestico sono condizioni indispensabile per vivere dignitosamente e partecipare in modo attivo alla vita sociale – ha dichiarato il sindaco dell’Unione Montana della Valtiberina Alessandro Polcri – il nostro obiettivo è quello di cercare di riuscire a coprire tutte le richieste presentate, anche se ogni anno sono davvero tanti gli interventi richiesti, a testimonianza dell’importanza che riveste questo tema e dell’attenzione che come Ente pubblico dobbiamo dedicargli. Contribuire ad abbattere uno scalino, allargare una porta o ampliare un bagno può davvero fare la differenza nella quotidianità di persone con disabilità.