In manette un 26 per tentata rapina e lesioni personali gravi

Montevarchi: confezionavano e spacciavano droga in casa, arrestati dai Carabinieri

Nel pomeriggio di ieri 27 agosto 2019, i Carabinieri della Stazione di Arezzo, in collaborazione con quelli della Sezione Radiomobile del NOR della Compagnia di Arezzo, allertati di due tentate rapine avvenute in rapida successione di fronte alla Stazione ferroviaria e in un parco cittadino in danno di due giovani che erano stati picchiati con efferata violenza, si sono posti alla ricerca dell’autore la cui descrizione era stata fornita sia dalle vittime che da alcuni testimoni.

Nella circostanza le vittime, due ventenni di Arezzo e della provincia di Siena, dopo essere state avvicinate e minacciate dal rapinatore allo scopo di farsi consegnare il denaro in loro possesso, sono state colpite ripetutamente al volto riportando fratture alle ossa nasali.

Non lontano dal luogo della seconda aggressione, è stato fermato il rapinatore, un 26enne del Casentino gravato da precedenti di polizia, e tratto in arresto per “tentata rapina” e “lesioni personali gravi”.

Al momento del controllo il giovane è stato inoltre trovato in possesso di un martelletto frangivetro che presumibilmente avrebbe potuto utilizzare per commettere altri reati e, pertanto, è stato segnalato in stato di libertà anche per “porto di armi ed oggetti atti ad offendere”.

L’arrestato è attualmente recluso presso la Casa Circondariale di Arezzo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.