La cinematografia entra a palazzo Pretorio

Cantiere 7
Cantiere 7

“Cantiere 7 – CineSpazio”: Un luogo per agevolare approfondimenti e favorire riflessioni.

È considerata la settimana arte, nome scelto semplicemente perché fu l’ultima ad essere inventata tra le forme artistiche e di spettacolo, quella che, forse, ha affascinato più persone ed ha permesso ad un vasto pubblico anche di sognare ad occhi aperti. Il , la cinematografia entra a palazzo Pretorio con il “Cantiere 7 – CineSpazio”, uno spazio nuovo, che diventerà uno spazio autogestito,  dove verranno proiettate delle pellicole “con l’intento, oltre che di divertirsi, anche di agevolare approfondimenti e favorire riflessioni sui disparati temi anche di stretta attualità” dichiara l’assessore alla Cultura, Massimiliano Lachi.

Continua, così, il percorso iniziato un paio di anni fa nel mondo della celluloide. La cinematografia è uno dei più grandi fenomeni sociali, mediatici e culturali di fine XIX secolo. “Chiamando questo spazio ‘cantiere’ vogliamo rendere questo luogo dinamico, aperto a tutti, a progetti interdisciplinari e percorsi di formazione culturale che potranno interagire con le realtà presenti a e non solo. Uno spazio libero, un cantiere aperto alle idee e alla progettualità” conclude l’assessore Lachi.