La Gibostorica si apre nel segno dei campioni Meoni e Moser

42
La Chianina - Gilberto Simoni con Roberto Apolloni
La Chianina - Gilberto Simoni con Roberto Apolloni

Gli appuntamenti della ciclostorica di Gilberto Simoni al via sabato 2 marzo a Castiglion Fiorentino

Alle 18.00 sarà proiettato il film su Moser, mentre alle 20.00 si terrà la cena per la fondazione di Meoni

CASTIGLION FIORENTINO (AR) – Il ciclismo storico italiano si riunisce a Castiglion Fiorentino per La Gibostorica. La manifestazione, ideata dal vincitore di due Giri d’Italia Gilberto Simoni e organizzata in terra d’Arezzo dall’associazione La Chianina, troverà il proprio apice nella vera e propria ciclostorica in programma domenica 3 marzo sulle strade della Valdichiana, ma sarà anticipata già sabato 2 marzo da una giornata di iniziative dedicate a due grandi campioni del passato: Fabrizio Meoni e Francesco Moser.

Il cuore della vigilia de La Gibostorica sarà la “Cena con Gilberto Simoni” che, ospitata dalle 20.00 dai locali del circolo ricreativo La Noceta, rappresenterà un’occasione per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza alla Fondazione Fabrizio Meoni Onlus per sostenerne i progetti in Africa. La serata permetterà di ricordare la grande umanità del campione di motociclismo che, noto per i successi in due edizioni della Parigi-Dakar, decise di operare in aiuto ad alcune situazioni di povertà economica e sociale del continente africano incontrate durante le sue imprese sportive. Il suo impegno è stato ereditato dalla fondazione che ne porta il nome, che tuttora sta portando avanti interventi nei Paesi più poveri e che nel corso della serata potrà illustrare i propri progetti. L’appuntamento, aperto a tutti previa prenotazione, permetterà inoltre di cenare insieme allo stesso Simoni e agli altri ciclisti che il giorno successivo saliranno in sella per La Gibostorica. «Con il suo spirito eroico e con grandi sacrifici, Meoni è stato un esempio di sportività e umanità – commenta Roberto Apolloni, presidente de La Chianina. – La Gibostorica è una manifestazione nazionale che fornirà una prestigiosa vetrina per l’intera Valdichiana, dunque ci sembrava doveroso ricordare l’impegno di una delle personalità più significative della nostra terra e sostenerne la fondazione».

Il sabato proporrà un’ulteriore celebrazione di un altro simbolo del ciclismo italiano quale Moser, campione delle due ruote a cavallo tra gli anni ‘70 e gli anni ’80 che è atteso a Castiglion Fiorentino. Alle 18.00, all’auditorium de Le Santucce, sarà proiettato il film-documentario “Scacco al tempo” che racconta gli episodi e gli aneddoti dei quattordici anni di carriera sportiva dello stesso Moser attraverso le tante imprese e le tante vittorie tra cui spiccano un Giro d’Italia, due mondiali su strada e su pista, e tante altre “classiche”. «La Gibostorica riunirà parte della storia del ciclismo italiano – aggiunge Apolloni, – permettendo di scoprire e di incontrare grandi sportivi quali Simoni e Moser. Invitiamo a Castiglion Fiorentino tutti gli appassionati delle due-ruote: ne vedrete delle belle».