La Musica che gira intorno” alla scoperta dei Clash

clash - la musica che gira intorno
clash - la musica che gira intorno

RECENSIONE A CURA DI ROBERTO FIORINI
Terzo appuntamento con La che gira intorno, la nuova rubrica di Arezzoweb.it dedicata alla .

Questa settimana mi sono chiesto quali siano le canzoni rock più ascoltate di sempre.
Ho provato a cercare tra i miei CD per farmi una lista essenziale, mettendo insieme i testi e le note che hanno fatto la del rock.
Partendo da un assunto.
Il rock si ama o si odia.
Ho amici che conoscono a memoria molti brani, riescono a cantare fino all’ultimo assolo di chitarra.
Oggi decido di parlare di Should I Stay or Should I Go dei Clash.
Should I Stay or Should I Go dei Clash
Ascoltiamola innanzitutto in una versione tratta al live at Shea Stadium da oltre 11 milioni di visualizzazioni su youtube:
https://www.youtube.com/watch?v=oGIFublvDes
Il brano fu scritto da Mick Jones nel 1981 ed inserito nell’album Combat Rock.
La band è sull’orlo del collasso.
Rientrano a casa dopo un estenuante tour che li ha visti impegnati in Giappone, Nuova Zelanda, Australia, Hong Kong; per un totale di 25 date in un mese.
Un massacro fisico e mentale.

Clash
Clash

Il Far East Tour è l’ultimo tour con Topper Headon alla batteria, intrappolato in problemi di che lo portano alla definitiva rottura con la band.
Però è comunque Topper a suonare le parti nel disco.
Per i live successivi Strummer e Jones non vogliono rischiare e richiamano Terry Chimes, magari meno talento, meno tecnica ma sicuramente maggior affidabilità.
La band perfetta dei primi anni non esiste più.

I dissapori e i contrasti crescono ogni giorno.
Joe Strummer vuole ritornare ad un suono più sporco, viscerale, con registrazioni dirette senza sovraincisioni in .
Di parere opposto Mick Jones.

Ecco allora che il quinto disco della band vira in modo definitivo verso una contaminazione di generi.
L’album viene registrato a New York e molte canzoni sono scartate.
Ne restano soltanto dodici e Mick collabora al mix definitivo.
Sono mesi complicati, i componenti della band discutono su ogni singola nota.
Rientrati in Europa Joe Strummer sparisce dalla e si trasferisce in un luogo segreto per qualche settimana in .
La band è costretta a cancellare alcune date in Inghilterra.
A Maggio esce finalmente il disco.
Il 1982 è l’anno della consacrazione della band a livello mondiale.
Combat Rock arriva al numero due della classifica dei dischi più venditi in Inghilterra e al numero sette in America.
Should I Stay or Should I Go raggiunge la vetta delle classifiche in moltissimi paesi.
Atmosfere distanti dai brani di London Calling e Sandinista!
Ritmi magari più reggae, ma sempre e comunque un brano dei Clash, che anche esplorando nuovi orizzonti musicali non si discostano mai da quello che è il loro stile inconfondibile e dal loro modo di essere.
Assieme a quella di Know Your Right la musica di questo brano tende verso il suono punk rock tracce presenti nell’album.

clash
clash

Sul significato della canzone sono circolate molte voci, ma di fatto parla del rapporto personale tra Jones e la cantante Ellen Foley, che spesso accompagnava Meat Loaf.

Una relazione che sarebbe presto finita.

Il testo riflette alternanze di momenti buoni e cattivi, il dilemma se continuare o concludere la storia.

I cori in spagnolo furono ideati da Joe Strummer.

Racconta in un’intervista “d’impulso dissi, dobbiamo fare le voci di supporto in spagnolo. Avevamo bisogno di un traduttore così Eddie Garcia, l’addetto alle registrazioni, chiamò sua madre e le lesse al telefono il testo. Lei lo tradusse ma Eddie e sua madre erano dell’Ecuador. Ed ecco così spiegato lo spagnolo ecuadoriano che io e Joe cantiamo nel brano”.

Nel novembre del 2004 la canzone appare alla 228ª posizione nella Lista delle 500 milgiori canzoni secondo il Rolling Stones.

Nel 2009 il brano viene inserito alla 42ª posizione nella classifica 100 Greatest Hard Rock Songs stilata dalla rete televisiva VH1.