La Presidente Silvia Chiassai Martini premia gli atleti del ciclismo

Silvia Chiassai Martini
Presidente della Provincia, Silvia Chiassai Martini

Si è svolta sabato 26 gennaio 2019 nella della Sala dei Grandi del Palazzo della di la “Festa Provinciale del ”, un appuntamento promosso dall’Amministrazione Provinciale e organizzato dal Comitato Aretino della Federazione Ciclistica Italiana. “Sono lieta di portare avanti appuntamenti che danno lustro alla nostra Provincia – ha dichiarato la Presidente della Provincia – ; questo evento da sempre costituisce un’ottima occasione per fare il punto sullo stato di di una disciplina che vanta in questo nostro territorio una luminosa tradizione e una lunga fatta di campioni e personaggi che sintetizzano in maniera esaustiva l’eccellenza riconosciuta di questo . Voglio ringraziare, tutti coloro che operano in questo contesto; il loro impegno, la loro dedizione, il loro esempio costituisce la base ideale per confermare il livello di eccellenza di questo meraviglioso .” E’ stato quindi un tributo ad atleti, dirigenti, tecnici e associazioni che nel corso dell’ultimo anno hanno saputo promuovere e valorizzare una realtà contrassegnata da passione, riconosciute competenze, qualità organizzativa. La Festa del aretino vuol segnare il passaggio temporale che unisce un’annata appena conclusa con la nuova stagione che già si preannuncia ricca di una fitta serie di importanti appuntamenti. Nel corso del 2018 la Provincia di Arezzo ha provveduto a rilasciare ben 173 autorizzazioni per lo svolgimento di gare ciclistiche. Un risultato straordinario, un vero e proprio record confermando una condivisione piena e consapevole, oltre a una forte disponibilità e un impegno pressoché continuo degli uffici provinciali a servizio dello sport. Il ciclismo trova in questo nostro territorio un riferimento inoppugnabile. Ogni vallata della Provincia è stata in qualche modo interessata da gare ciclistiche, alcune delle quali costituisce senza dubbio un vanto per l’intero movimento aretino. L’elenco dei provvedimenti rilasciati dalla Provincia diventa una sorta di racconto fedele e allo stesso tempo esaltante di una stagione infinita di questa meravigliosa terra, ricca di incanti e di magie.Ci sono competizioni che hanno una età ragguardevole, addirittura superiore ai 100 anni come il Giro del o classiche altrettanto significative che confermano e declinano una passione autenticamente vissuta e standard organizzativi ottimali, la Coppa Fiera di Mercatale, il Trofeo S. Lucia di Cesa,la Ruota d’Oro a , la Coppa Ciuffenna, il Giro delle Valli Aretine, etc. Il ciclismo, non è solo agonismo, competizione, spettacolo, ma esalta la storia, l’ambiente ed il paesaggio. Il ciclismo è mito, leggenda, passione, emozioni. Si nutre della fatica dei suoi protagonisti e ne rivive le gesta esaltandone le imprese. Tutto ciò rende omaggio ad un impegno notevole di tante persone di buona volontà dai dirigenti, tecnici, accompagnatori, atleti ai i loro familiari, capaci ancora una volta di creare le giuste condizioni per realizzare un pò dovunque tanti appuntamenti, molte competizioni. Il movimento aretino – anche grazie ad una intelligente azione del Comitato Provinciale – recupera ed esalta una pratica giovanile che deve costituire un obiettivo primario anche nell’anno che va ad iniziare.