Le classi 4 e 5 di Manciano presentano “Castiglioni visto con gli occhi dei bambini”

visto con gli occhi dei . Potremmo sintetizzare così l’interessante progetto portato avanti dall’insegnante Alessandro Ranieri con gli alunni delle classi 4 e 5 della primaria di Manciano che hanno “censito” le tante chiese castiglionesi partendo, appunto, dalla ricerca commissionata dall’amministrazione comunale e realizzata dagli architetti Lorenzo Castellucci e Marco Frontini che ha fatto emergere, tra consacrate e non, ben 50 chiese nel territorio comunale.

“Per noi è una bella città in cui ti puoi divertire molto e ci sono molte cose da scoprire, come musei e una grande antica e una moderna dove puoi leggere i tuoi preferiti”. È questo l’inizio della presentazione del libretto nel quale viene raccontata la di Castiglion Fiorentino anche attraverso il culto di San Michele Arcangelo, patrono di Castiglion Fiorentino, e la costruzione degli edifici sacri. “Il Patrono è San Michele – si – il cui culto si sviluppò nell’epoca etrusca a partire dal VI secolo a.c.”. “L’autore di questo , condotto con i suoi alunni, è il maestro Alessandro Ranieri, insegnante di religione nelle scuole primarie, dell’I.C. Città di Castiglion Fiorentino.
Si tratta di una ricerca didattica, sul patrimonio storico, religioso e culturale della nostra comunità, affrontata con molto impegno e passione. Sono lieta di esprimere il mio apprezzamento per questa iniziativa e complimentarmi con gli autori” dichiara la dirigente scolastica, Maria Giovanna Fabianelli. “Grazie a questi bambini molti castiglionesi ed io stessa abbiamo avuto la possibilità di conoscere l’origine e la storia di alcune chiese del nostro paese alcune delle quali non esistono più ma sono state ugualmente censite dai bambini con dovizia di particolari” conclude l’assessore all’istruzione Silvia Del Giudice.