Le piscine di Arezzo e Foiano riaprono le attività acquatiche

36
Fitness in acqua - Chimera Nuoto
Fitness in acqua - Chimera Nuoto

Nuoto e fitness in acqua: riprendono tutti i corsi che vedranno tornare in vasca centinaia di aretini

Il percorso di allenamenti coinvolge persone di ogni età per promuovere la sicurezza nelle acque

AREZZO – Nuoto e fitness in acqua: le piscine di Arezzo e di Foiano della Chiana riaprono tutte le attività acquatiche dopo la pausa natalizia. Nel corso di questa settimana stanno riprendendo i corsi che vedranno centinaia di aretini tornare in vasca con il triplo obiettivo di riprendere l’attività motoria, di imparare le tecniche dei diversi sport e di acquisire sicurezza nelle acque, accompagnati dai tecnici della Chimera Nuoto e delle altre società attive nei due palazzetti.


Le lezioni di nuoto prevedono un programma diversificato a seconda delle fasce d’età che si rivolge a chi già possiede le basi tecniche della disciplina ma anche a chi è totalmente inesperto, a partire dai neonati del “Nuoto 0-4 anni” che già nei primi mesi di vita apprendono galleggiamento, apnea e dorso accompagnati dalla presenza dei loro genitori. Tra i tre e i sei anni, invece, sono in programma due corsi che offrono la doppia possibilità di vivere un’esperienza in autonomia nella scuola nuoto per bambini o di frequentare un corso comune per genitori e figli con il “Nuoto in famiglia”. Lo step successo è invece la scuola nuoto per ragazzi dai sette ai diciotto anni e per adulti dai diciotto ai cent’anni, dove l’atleta trova padronanza di tutti gli stili. Un’ulteriore possibilità è infine il nuoto libero che si rivolge a coloro che, sapendo già nuotare, vogliono fare sport e cogliere i benefici dell’acqua allenandosi da soli, senza istruttori e senza orari prestabiliti.

Oltre alle attività natatorie, le due piscine stanno tornando ad ospitare il ricco programma di discipline del fitness in acqua per uomini e donne con più di sedici anni. Le proposte ad Arezzo e a Foiano sono tante e diversificate a seconda dell’intensità, delle metodologie di allenamento, della tipologia di esercizi, dell’altezza della piscina, delle zone del corpo interessate e degli strumenti utilizzati, spaziando dai corsi più tradizionali come l’AcquaGym a discipline più intense come l’AquaCircuit che si sviluppa attraverso percorsi tra corpo libero, piccoli attrezzi e grandi attrezzi (bike, tapis roulant e tappeti acquatici). «Dopo la pausa natalizia – commenta Marco Magara, direttore sportivo della Chimera Nuoto, – il principale obiettivo sarà di effettuare una fase di ripresa per riattivare pienamente il corpo e per ritrovare la forma, sfruttando un ambiente caldo e riparato come la piscina per svolgere un’attività motoria e per vivere un percorso di allenamenti che accompagnerà fino alla bella stagione».