Mercato Internazionale, quindici anni di successi

Circa trecentomila persone hanno vissuto l’esperienza del gusto ad Arezzo, che festeggia nel migliore dei modi il quindicesimo compleanno all’insegna di tre giorni baciati dal sole. Presenti tanti aretini, gente dalla provincia, turisti italiani e stranieri che hanno condiviso giornate all’insegna del gusto e della spensieratezza. Tante le famiglie tra i banchi ma anche giovani e over 50, per divertirsi e assaggiare tipicità straniere ma anche italiane. Prosismo appuntamento al 9 ottobre 2020.

[wpvideo fFOJdGCO]

[wpvideo yKg3RRjT]

[wpvideo Z3qgf970]

Regalo più bello non poteva arrivare per il quindicesimo compleanno del Mercato Internazionale di Arezzo. Un’altra edizione da record, infatti, ha caratterizzato la grande fiera del gusto per tre giorni consecutivi confermando la forza e l’attrattiva dell’evento organizzato da Confcommercio e Fiva, con il patrocinio del Comune e Camera di Commercio Arezzo-Siena, il contributo della Fondazione Arezzo Intour, la collaborazione di Atam e Coldiretti Imprese Arezzo.

Aretini, gente proveniente dalla provincia, turisti italiani e stranieri: nessuno, anche quest’anno, ha voluto perdersi l’appuntamento con i 300 espositori provenienti da tutto il mondo che hanno interessato l’area eden e due grandi piazze del centro storico. Sorrisi, sguardi curiosi e voglia di stare insieme hanno scandito la kermesse iniziata la mattina di venerdì 11 ottobre e terminata domenica 13 a tarda notte, anche a costo di attendere qualche minuto per acquistare il piatto più gradito.

Il Mercato Internazionale si conferma evento per tutti, dalle famiglie che vogliono far scoprire ai propri figli i sapori di paesi a loro ancora sconosciuti ai gruppi di giovanissimi che non vogliono perdersi le celebri birre tedesche, irlandesi e belga, quasi a emulare un piccolo Oktoberfest in salsa aretina. Ma anche i meno giovani non hanno perso l’occasione per acquistare prodotti d’oltreoceano o del medio oriente, spesso rimanendo anche tra i confini italiani alla ricerca di formaggi e insaccati delle regioni del nord e del sud, già di buon mattino.

La stima è che circa trecentomila persone hanno vissuto l’esperienza del gusto ad Arezzo, approfittando anche dei tanti eventi collaterali in programma: la visita guidata al museo Archeologico di Arezzo in programma domenica 13 è stata un successo sopra ogni aspettativa, a dimostrazione che il gusto può andare a braccetto con la cultura. Tantissimi, infatti, i visitatori che si sono addentrati nella parte sotterranea dell’Anfiteatro Romano insieme alle guide di Confcommercio e alla direttrice del museo Maria Gatto.

Grande partecipazione anche nell’area giochi di Decathlon che ha occupato la parte alta di piazza Sant’Agostino, richiamo per le tante persone che hanno occupato il prato verde “invaso” dagli amanti dei food truck.

Anche il tempo ha contribuito positivamente alla causa: una caldo sole autunnale, infatti, ha scandito tutte le fasi del Mercatissimo che si pone per il quindicesimo anno consecutivo alla ribalta delle iniziative aretine. A conferma del successo in termini di presenze i numeri del parcheggio multipiano Mecenate, mai pieno come in questa edizione a detta dei dirigenti Atam.

Il prossimo appuntamento è fissato al 9 ottobre 2020, per un altro viaggio nelle strade di Arezzo da cittadini del mondo.