“Music for the children” 120 artisti in Pieve

70

Musicisti, cantori e ballerini per l’esecuzione della maestosa “Mass of the Children” di John Rutter

Arezzo è città della Musica con la “carica dei 120”.  Non poteva che essere Arezzo, città della musica che diede i natali a Guido Monaco, ad ospitare il grande concerto evento “Music for the Children”. Domani,sabato 9 marzo alle 21 la Chiesa di Santa Maria della Pieve si animerà di canti, musica e danza grazie alla spettacolare performance che riunirà 120 artisti, i cantori del Coro Voceincanto, i musicisti dell’Orchestra Giovanile di Arezzo, il Coro Cantori di Vita ed il corpo di ballo del Centro Danza Carolina Basagni. Non un semplice concerto, ma un evento dedicato ai bambini e reso unico dalla partecipazione straordinaria del Coro Quodlibet di San Casciano Val di Pesa, di AdCantus Ensemble Vocale di Foligno, insieme al soprano Gaia Matteini e al baritono Andrea Sari. Il concerto è diretto dal Maestro Roberto Pasquini, con la direzione artisticadel Maestro Gianna Ghiori e presentato da Virgilio Badii.

Un concerto insieme a “Nati per la Musica”. Ci aspetta una notte dedicata all’arte e alla solidarietà grazie all’incontro dell’Associazione Voceincanto con l’Associazione Nati per la Musica: “I bambini sono un dono prezioso per il mondo – dichiara Gianna Ghiori. E noi dell’Associazione Voceincanto, proprio come l’Associazione Nati per la Musica, sosteniamo e diffondiamo il crescere in musica. L’esperienza formativa più alta che possiamo far vivere ai ragazzi è renderli partecipi di un alto momento artistico ispirato da pace e speranza. Essere musicisti e artisti è un grande privilegio, ma questa gioia è autentica solo se condivisa. Per questo ho chiamato al mio fianco Roberto Pasquini con l’Orchestra Giovanile di Arezzo, Carolina Basagni e Fabrizio Betti col Centro Danza Carolina Basagni, Gianni Franceschi col Coro Quodlibet, Francesco Corrias con AdCantus Ensemble Vocale insieme al soprano Gaia Matteini e al baritono Andrea Sari. Insieme a noi ci sarà anche il Dottor Giovanni Poggini, pediatra e amico che porterà il saluto e la voce di Nati per la Musica”.

Il programma dell’evento. Sabato 9 marzo potremo ascoltare l’esecuzione della “Mass of the Children” una fra le più importanti e complesse opere del compositore inglese John Rutter, una missa brevis non liturgica per cori, soli e orchestra, dove il testo in latino si intreccia con le poesie in lingua inglese. L’idea di combinare un coro di voci bianche con cori di adulti non è certo una novità nella musica anglosassone, ma nella “Mass of the Children” il compositore sceglie di dedicare la composizione alle giovani voci, attribuendogli il cuore dell’opera. Sono loro, e non gli adulti, i protagonisti di quest’opera: le loro voci risuonano dall’inizio alla fine della composizione. Ed è ai giovani cantori che vengono affidati testi più toccanti e ricchi di significato. Non solo musica per onorare la maestosa “Mass of the Children”, ma anche la coreografia inedita, composta per l’evento dal coreografo Fabrizio Betti, un componimento creato per coinvolgere lo spettatore in un susseguirsi di quadri interpretativi di grande emotività. Insieme alla polifonia di Rutter ascolteremo anche l’esecuzione di brani sacri dedicati alla Quaresima, in avvicinamento alla Pasqua.

Music for the Children” in programma per sabato 9 marzo alle 21nella Chiesa di Santa Maria della Pieve di Arezzo è un evento dell’Associazione Voceincanto ad ingresso libero e realizzato col patrocinio del Comune di Arezzo, dell’Associazione Cori della Toscana e dell’Associazione Nati per la Musica.