“Non far diventare La Gruccia ospedale di primo livello è perdere grande occasione”

Sopralluogo del Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) e del sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini all’ospedale del Valdarno, dove hanno incontrato il direttore ospedaliero Barbara Innocenti e visitato i vari reparti.

“La Gruccia è un ospedale che fa numeri importanti e che può contare su eccellenze mediche. Tra l’altro accoglie anche utenti dell’area fiorentina e non solo al Pronto soccorso. Sarebbe utile che la politica, perché di un atto politico si tratta, decidesse di valorizzare il presidio sanitario del Valdarno. La Regione toscana dia seguito alla mozione votata all’unanimità dal Consiglio regionale che chiedeva di assegnare a La Gruccia la classificazione di primo livello. Non far diventare La Gruccia ospedale di primo livello significherebbe perdere una grande occasione –dichiara Paolo Marcheschi , Capogruppo regionale (Fdi)- perché questo ospedale ha tutti i servizi riconosciuti dal decreto-Balduzzi per essere di primo livello . Sarebbe autolesionistico innescare una guerra tra ospedali, tra La Gruccia di Montevarchi e quello di Serristori di Figline. Per la divisione delle Asl, fatta a tavolino dal Governatore Rossi e dall’assessore Saccardi, adesso soffrono due ospedali, quando invece magari sarebbe stato il caso di riunire tutto il Valdarno in un unico bacino”.

“ Ringrazio il Consigliere Marcheschi per l’attenzione rivolta all’Ospedale della Gruccia. Sono tre anni che insisto affinché le specializzazioni siano classificate come di 1 livello per garantire le risorse economiche, personale e interventi adeguati anche all’immobile. Il consigliere Marcheschi ha voluto visitare di sua iniziativa la struttura valdarnese, effettuando un giro nei reparti, avendo modo di constatare che questo è un ospedale di eccellenza, con ottime professionalità, non solo per le competenze, ma anche per la grande capacità umana e per il sacrificio sopportato dal personale la carenze di medici, infermieri e di Os -sottolinea il sindaco di Montevarchi Silvia Chiassai Martini- La criticità più importante è legata al Pronto Soccorso e Emergenza Urgenza: ormai sono troppi mesi che il personale opera in condizione di sofferenza mettendo a rischio la qualità del lavoro e la sicurezza del cittadino. Siamo venuti nuovamente alla Gruccia, perché ad un anno e mezzo di distanza da una mozione trasversale che impegnava la Regione ad una deroga per il riconoscimento dell’Ospedale di 1 livello, ancora il risultato non si vede. Non riusciamo territorialmente a parlare con l’Assessore Regionale, non riusciamo ad avere le giuste informazioni in prospettiva, se non annunci che, ad oggi, non hanno portato ad alcun riscontro concreto. Vogliamo riaccendere i riflettori su questa situazione, consapevoli di essere alle porte di una nuova campagna elettorale e che potrebbe essere il giusto tasto per tagliare finalmente il traguardo e ottenere l’adeguata classificazione per un presidio sanitario che serve un bacino di utenza in costante crescita”.