Il Tribunale amministrativo regionale ha respinto l’istanza cautelare per l’annullamento del provvedimento con cui è stato aggiudicato l’appalto per la realizzazione della nuova sede del Comando della Municipale di . L’istanza era stata presentata da Subissati Srl.

Secondo il Tar non sussistono carenze nei documenti progettuali prodotti dalla società che si è aggiudicata la gara d’appalto. Questo in considerazione del fatto che il preliminare a base di gara conteneva una “Relazione di fattibilità” e, quindi, anche le “Relazioni geologiche e geotecniche allegate”. Non è quindi necessaria la verifica delle fondazioni per la parte non oggetto di demolizione, sulla base di quanto previsto dal progetto della stazione appaltante.

In attesa dell’udienza di merito fissata per il 4 dicembre, il Alessandro Ghinelli ha commentato: “I ritardi accumulati fino ad oggi sono la conseguenza di procedure burocratiche complesse e di ricorsi poco credibili, utili solo a far perdere tempo ad una amministrazione efficace ed efficiente, che si muove nell’alveo di procedure corrette, trasparenti, oltre che nel massimo rispetto dell’operato della magistratura. Il rigetto odierno della sospensiva ce lo conferma. Quindi, avanti tutta”.