Ospedali italiani: il 25% delle apparecchiature sanitarie è obsoleto

Tac, risonanze magnetiche ed ecografi vetusti negli ospedali italiani.
Nel nostro Paese il tema dell’ obsolescenza del parco tecnologico è reale e si è fortemente acuito negli ultimi anni, tanto che si stima riguardi il 25% delle apparecchiature, con un’età media del parco di diagnostica superiore ai 7 anni.

Il rinnovamento del parco tecnologico delle nostre strutture sanitarie oggi come non mai deve far parte degli obiettivi delle Regioni per offrire ai cittadini servizi efficienti e diagnosi precise.
Per contrastare l’obsolescenza e contribuire a strategie per ridurre i costi delle infrastrutture ospedaliere e migliorarne l’efficienza sono fondamentali soluzioni condivise.
In un momento di grande dibattito e focus sugli Ospedali del futuro e sul rapporto con la territorialità, è necessario un ripensamento dei flussi organizzativi e d’informazione, insieme a una accelerazione della cultura digitale e dell’acquisizione di best practice già presenti in altre parti del mondo.
Ecco allora che diviene imprescindibile rinnovare il parco tecnologico contenendo allo stesso tempo i costi, migliorando nell’analisi dei fabbisogni ed utilizzando strumenti di partenariato pubblico-privato.
Non ultimo risulta fondamentale entrare in un’ottica di fornitura di servizi, più che di prodotti, monitorando efficacemente la qualità delle prestazioni erogate.

Sanita 2