Riccardo Paionni parteciperà al Campionato Europeo Cadetti di Lotta greco romana

25

Il lottatore aretino farà parte della squadra azzurra che parteciperà ai prossimi Campionati Europei Cadetti, quest’anno in programma in Italia a Faenza.

Diramata oggi  dal Team Manager della Nazionale di Lotta Olimpica la lista dei convocati per la partecipazione alla kermesse internazionale. L’importante appuntamento si disputerà dal 17 al 23 giugno a Faenza.

Paionni è da tempo sotto l’osservazione dei Tecnici della Nazionale per le sue capacità tecniche ed atletiche, convocandolo più volte a stage di allenamento in Italia ed all’estero, con alcune partecipazioni in Tornei internazionali di prestigio. La recente vittoria della medaglia d’oro al Campionato Italiano Cadetti di Lotta greco romana categoria fino a 65kg. Ha tolto ogni dubbio per la chiamata in azzurro dell’aretino.

Riccardo Paionni, diciassettenne aretino, ha mosso i suoi primi passi sulla materassina di Piazza San Giusto ed è tutt’ora un Atleta del G.S. Chimera Arezzo. Figlio d’arte, il babbo ed il nonno sono stati due ottimi lottatori. Nonostante la giovane età nel suo palmares figurano quattro Titoli Nazionali, due medaglie d’argento e due di bronzo sempre al Campionato Italiano di categoria. Alcune convocazioni in Nazionale per la partecipazione a Tornei internazionali.  Da ben sei anni Campione Regionale. Negli ultimi due anni figura tra i migliori sei atleti partecipanti al progetto nazionale “Giovani talenti della Lotta” tenuto dalla Federazione.

La convocazione di Riccardo era nell’aria dopo la vittoria del tricolore, ma aspettavamo che la notizia fosse resa ufficiale dalla Federazione. Siamo tutti molto contenti, anche se arrivata con un anno di ritardo ma che ci riempie d’orgoglio, giusto merito per i sacrifici che il ragazzo ha dovuto affrontare, non da meno il dover conciliare al meglio gli impegni scolastici.

Domani primo test importante, con la partecipazione al Campionato Italiano Juniores, e poi da lunedì tutto lo staff della Chimera Lotta Arezzo si stringerà attorno all’Atleta per prepararlo al meglio, questi due mesi e mezzo che ci dividono dall’appuntamento saranno importanti e suddivisi tra collegiali ed impegni all’estero, dove si dovrà lavorare e sudare duramente.