Taglio dei parlamentari è legge: la Toscana perde oltre il 30% di deputati e senatori

Con il voto a maggioranza dell’aula della Camera, il taglio dei parlamentari riceve il via libera definitivo.
I sì alla riforma costituzionale sono stati infatti 553, i no 14 e 2 gli astenuti.

La riforma Fraccaro, dal nome dal sottosegretario pentastellato alla presidenza del Consiglio, cambia il rapporto numerico di rappresentanza sia alla Camera dei deputati (1 deputato per 151.210 abitanti, mentre oggi era 1 per 96.006 abitanti) sia al Senato (1 senatore per 302.420 abitanti, mentre oggi era 1 ogni 188.424 abitanti).
Questo comporterà la necessità di ridisegnare i collegi elettorali con un’altra legge.
Il nuovo assetto costringerà anche la Toscana a fare i conti con una riduzione dei propri rappresentanti, una riduzione che si preannuncia drastica.

Salvo modifiche i deputati toscani passeranno da 38 a 24 con una riduzione del 36,8 per cento e i senatori da 18 a 12 con una riduzione del 33,3 per cento.
Adesso, come stabilito dalla Costituzione, entro tre mesi dall’approvazione della riforma un quinto dei componenti di uno dei rami del Parlamento, cinque Consigli regionali o 500mila elettori potranno chiedere il referendum confermativo.

Politica 2.jpg