Truffe e raggiri agli anziani, come proteggersi?

Iniziativa di CNA Pensionati il 23 ottobre a Camucia. Tra gli ospiti il Prefetto, il Questore, la Guardia di Finanza ed i Carabinieri.

Il fenomeno della truffe e dei raggiri è in crescita e troppe volte colpisce gli anziani, perché più vulnerabili, spesso soli, con rapporti personali e familiari frammentati. CNA Pensionati ha organizzato un’iniziativa sul tema in programma mercoledì 23 ottobre alle ore 10.30 a Camucia che vedrà la presenza di ospiti autorevoli: il Prefetto Anna Palombi, il Questore Salvatore Fabio Cilona, il Comandante Gruppo Guardia di Finanza Arezzo Ten. Col. Gioacchino Mattia, il Comandante del Reparto Operativo dei Carabinieri Ten. Col. Giovanni Rizzo. Testimoni di primo livello dell’attività preventiva e repressiva messa in atto dallo stato e dalle istituzioni di pubblica sicurezza.

Accanto a loro Luciano Meoni, Sindaco di Cortona che ha concesso il patrocinio dell’iniziativa e Giulio Burbi, Presidente della Banca Popolare di Cortona che ha collaborato alla giornata di approfondimento su un tema sociale di grande attualità. L’iniziativa – condotta dal direttore di Teletruria Luca Caneschi – si terrà al Borgo il Melone di Camucia e vedrà un’ampia partecipazione di pensionati provenienti anche dalle altre province toscane.

“La popolazione invecchia e aumenta il numero di anziani che vive da solo – è il commento di Nico Vanni, Presidente CNA Valdichiana – elementi che espongono questa fascia di popolazione a fenomeni di criminalità. Crediamo che la nostra associazione debba svolgere sempre di più il ruolo di punto di riferimento informativo e di consulenza per gli anziani. Oggi, in un mondo che sommerge i cittadini di informazioni più disparate, gli over 65 sono un facile bersaglio dei truffatori”.

“I raggiri si moltiplicano e si diversificano – afferma Silvano Fei, Presidente CNA Pensionati. Ci sono più sistemi di informazione, più conoscenze e maggiore esperienza ma  specie le fasce più deboli della popolazione continuano ad essere vittima di truffe. Questa iniziativa nasce dalla volontà di alzare il livello di guardia sulle varie forme di criminalità quotidiana per prevenire e conoscere le tecniche più ricorrenti utilizzate dai malintenzionati. E per questo ringraziamo fin d’ora i nostri illustri ospiti che hanno condiviso il nostro progetto sociale, a partire dal Prefetto che ha accolto la nostra iniziativa di sensibilizzazione”.

“Per evitare che gli anziani diventino facili vittime di truffe – commenta Franca Binazzi, Presidente CNA Arezzo – diventa importante favorire momenti di discussione ed informazione riunendo attorno ad un tavolo istituzioni pubbliche e private, cittadini e organismi di sicurezza, per un’efficace strategia di prevenzione sul territorio. La nostra, quindi, è un’iniziativa di servizio aperta a tutta la cittadinanza; tutto ciò nella consapevolezza che per difenderci occorre prevenire, conoscere ed informare nell’interesse della comunità”.