Una “24ore” di eventi di beneficenza per il Tennis Giotto

L’iniziativa, fissata per venerdì 12 e sabato 13 luglio, si svilupperà tra sport, arte e solidarietà

AREZZO – Una “24ore” di eventi all’insegna della beneficenza. Il Tennis Giotto torna ad ospitare uno degli appuntamenti più attesi dell’intera stagione che, giunto alla settima edizione, è in programma venerdì 12 e sabato 13 luglio con un format radicalmente rinnovato. Fino allo scorso anno, infatti, il cuore dell’evento era una lunga partita di tennis della durata di un’intera giornata, mentre la nuova “24ore” sarà configurata come un vero e proprio contenitore di iniziative tra sport, teatro, musica ed enogastronomia.

Il tutto con una finalità benefica perché l’intero ricavato dalle quote di iscrizione e dalle libere offerte sarà devoluto al Comitato Aretino Neonatologia per migliorare la qualità dei servizi dei reparti di neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale San Donato attraverso l’acquisto di nuove strumentazioni e azioni di sostegno ai genitori. L’evento, come consueto, continuerà ad essere intitolato al maestro Carlo Pini e rappresenterà un’occasione per ricordarne il contributo allo sviluppo del tennis locale.

La “24ore” prenderà il via alle 19.00 del venerdì con l’inizio di un torneo di tennis che coinvolgerà oltre cento appassionati tra soci, dirigenti, maestri e atleti del Tennis Giotto: a rompere il ghiaccio sarà un incontro di doppio tra alcuni presidenti dei circoli di Arezzo e delle vallate. Alle 21.00 è in programma lo spettacolo teatrale dal titolo “Una storia di tennis” scritto e diretto da Andrea Iodice, mentre alle 22.00 scatterà il torneo di burraco e la camminata con il gruppo dei “Walkers” del Giotto per il centro storico cittadino. La spaghettata di mezzanotte e il successivo torneo di ping pong saranno invece i due appuntamenti che scandiranno la nottata. Alle 9.00 del sabato sarà possibile vivere un salto indietro nel tempo con il “Tennis anni 70 – Total White” che permetterà di assistere a partite vintage giocate con abiti rigorosamente bianchi e racchette in legno.

La dimensione sportiva continuerà nel primo pomeriggio con un torneo nel campo da padel recentemente inaugurato e con le sfide di calcetto per gli Under14, poi alle 17.00 si terrà la gara di torte e alle 18.00 il dj-set a bordo piscina. La conclusione, infine, è prevista alle 19.00 con un aperitivo in cui i riflettori saranno orientati sul Comitato Aretino Neonatologia che potrà raccontare il proprio operato e a cui sarà consegnato l’assegno con il ricavato delle due giornate. Gli iscritti alla “24ore” saranno liberi di partecipare a tutte le iniziative, potendo così godere di un variegato e divertente programma per stare insieme, divertirsi e vivere la dimensione aggregativa che da sempre caratterizza il Tennis Giotto.

«L’intenzione – commentano Alessia Giulicchi e Riccardo Boncompagni, promotori dell’evento, – è di rendere la “24ore” un momento veramente per tutti, proponendo attività anche per coloro che non giocano a tennis. Ecco così nascere questo ricco calendario di eventi che permetterà di fare del bene, sostenendo una realtà tanto importante per il San Donato e per la città di Arezzo».