Al Teatro Mario Spina arrivano i comici di Colorado con “Sali o scendo?”

Parla di amore tra casualità e segni del destino la commedia “Sali o scendo?”, scritta e diretta da Danilo De Santis, volto noto di Colorado come pure Francesca Milani .
In una tranquilla serata Attilio sta per uscire con Sofia, la possibile donna della sua vita. Mentre attende il momento adatto per citofonare alla ragazza, incontra Serena, ragazza con evidenti problemi sentimentali che è decisa a scoprire se il suo ex ragazzo Paolo, che vive casualmente nello stesso palazzo di Sofia, è ancora innamorato di lei. Dall’incontro imprevisto di Attilio e Serena, una serie di vicende e scoperte inattese sconvolgerà i propositi della serata e magari anche le loro vite.

 


Nel gioco tra caso e destino si svolge, dunque, l’intreccio narrativo di “Sali o scendo?”: una commedia in cui si apprende che la ricerca dell’amore, spesso affidata al caso, serba in sé, al contrario, una certa fatalità. Casualmente, infatti, il destino giunge sempre puntuale, lasciando dei segni che però, si sa, vanno interpretati. Ma cosa accade se li si interpreta male? Niente di peggio che rendersi conto che c’è qualcosa che non va; ci si appella di nuovo a quei maledetti segnali avuti, per ricordarsi che non è possibile essersi confusi perché questi erano sicuramente chiari. Niente di più sbagliato, a quanto pare. Perché il destino, è vero, manda dei segni, ma lo fa con i suoi modi e i suoi tempi, del tutto casuali. Si fa presto a dire “è solo un caso” o “è stato proprio il destino”, ma non si riconosce che le due frasi andrebbero invertite nelle loro rispettive situazioni. Poiché il destino si manifesta, infatti, nella totale casualità.
SALI O SCENDO? è una commedia sentimentale, divertente e ben scritta, rafforzata dalla brillante interpretazione dei cinque attori. Un divertimento genuino che provoca quel giusto slancio di empatia verso i personaggi e sollecita la partecipazione dello spettatore nella speranza che i protagonisti si accorgano degli evidenti segnali del destino che stanno, forse, male interpretando, una commedia sul destino e sull’amore.