“No alla galleria sotto a Quarata” la petizione popolare dei cittadini

”Il nuovo Piano Strutturale del Comune di Arezzo, predisposto  dalla Giunta Ghinelli e adottato con il voto della maggioranza in Consiglio comunale, prevede nuovamente che la variante della strada regionale  SR71, da Ponte alla Chiassa per il tratto di collegamento fra la SR 71 e la SR 69, nei pressi di Indicatore, attraversi la  frazione di Quarata, con la previsione di una galleria sotto l’abitato lunga oltre 300 metri. Tale ipotesi, avanzata circa venti anni fa, fu poi cancellata per la forte opposizione degli abitanti della frazione i quali, con una mozione popolare, poi approvata in consiglio comunale, indicavano due possibili alternative – scrive in una nota Arezzo 2020, che sostiene fin da subito questa opposizione.

Oggi, senza alcuna informazione o confronto con la popolazione di Quarata, la Giunta comunale ripropone un tracciato che avrà ripercussioni ambientali pesanti e inaccettabili per l’inquinamento dell’aria e acustico, dei terreni e delle falde. A subirle sarà una popolazione già sottoposta per decenni ai disagi derivanti dalle escavazioni, con ulteriore consumo di suolo in una zona già pesantemente devastata dalle estrazioni di inerti e una possibile divisione tra la parte bassa e quella commerciale del paese.

Questa scelta non è aderente alla previsione fatta propria dalla Provincia di Arezzo in collaborazione con la Regione Toscana e proposta al Comune di Arezzo in più occasioni a partire dall’anno 2004, come risulta da verbali di conferenze di servizio e da atti presso i due enti. Tale previsione indica un tracciato alternativo in corrispondenza delle opere idrauliche, da realizzare, delle casse di espansione dell’Arno.

Prosegue la nota.

Cittadini, associazioni ambientaliste, tutti gli ordini professionali hanno avanzato specifiche osservazioni chiedendo di rivedere la previsione del Piano strutturale e di tener conto delle elaborazioni sviluppate. Tutte respinte. La Giunta Ghinelli ha in testa uno sviluppo obsoleto e dannoso per l’ambiente e la qualità della vita, per questo va modificata l’impostazione progettuale del Piano Strutturale, ad iniziare dal tracciato con galleria della variante alla Sr71.

Negli scorsi giorni “Arezzo 2020 per cambiare a sinistra” ha ritenuto importante realizzare un incontro informativo a Quarata. Adesso è in corso una autonoma petizione popolare portata avanti da vari cittadini della frazione i quali chiedono al Comune di rivedere le previsioni e alla Giunta di aggiornare i propri orologi che sono rimasti fermi a 20 anni fa. Arezzo 2020 la sostiene convintamente.