Arezzo, la Polizia di Stato sempre impegnata nei controlli stradali ed autostradali

Con il ritorno alla normalità, cessato il lockdown imposto a seguito dell’emergenza sanitaria covid-19 anche il traffico veicolare lungo le arterie autostradali ed ordinarie ha ripreso a pieno ritmo. Ciò ha determinato anche un intensificarsi dei controlli da parte della Polizia Stradale di Arezzo con i reparti dipendenti della Sottosezione e dei Distaccamenti di Poppi e San Giovanni in collaborazione con la Polizia Locale di Arezzo.

I controlli degli ultimi due fine settimana, in particolare del 11.06 e del 19.06 sono stati incentrati sulle normative speciali riguardanti il settore dell’autotrasporto.

L’11 giugno è stato sorpreso alla guida un conducente senza la prescritta scheda inserita, violazione che gli è costata la sospensione della patente; un conducente ungherese è stato sanzionato per trasporto abusivo di merci in quanto effettuava un trasporto internazionale senza la prevista licenza comunitaria con una sanzione di 4.130 euro e 3 mesi di fermo del veicolo. Altri due conducenti stranieri sono stati sanzionati per irregolarità documentali per un ammontare di 4.000 euro ed infine 4 autotrasportatori non hanno rispettato le pause di guida mentre 20 sanzioni sono state comminate per il mancato rispetto delle norme riguardanti il trasporto di merci pericolose.

Sono stati altresì sequestrati 2 veicoli esteri perché utilizzati da cittadini residenti sul territorio nazionale da oltre 60 giorni.

Anche in data 19.06 numerose sono state le sanzioni, le più significative riguardano la contravvenzione ad un conducente di complesso veicolare che viaggiava senza disco inserito, due conducenti che non hanno rispettato i tempi di pausa.

Una cittadina residente in Italia è stata trovata alla guida di un veicolo immatricolato svizzero, quindi extra U.E. e pertanto l’auto è stata sequestrata amministrativamente ai fini del recupero delle imposte doganali.

Un autotrasportatore di nazionalità rumena è stato sanzionato per eccesso dei limiti di velocità avendo superato i limiti di taratura, infine un cittadino italiano è stato sanzionato per un importo di 4.000 euro con un fermo del veicolo per 3 mesi in quanto trovato alla guida di un veicolo immatricolato in Ungheria, adibito a locazione senza conducente da ditta italiana che lo impiegava per trasporto nazionale.