Auditorium Fornaci arriva “Diamantino”, il cult tra celebrità e calcio contemporaneo

Il culto della celebrità e il calcio contemporaneo narrati con un pizzico di pop e psichedelia: sarà “Diamantino”, dei registi Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt il film in programma giovedì 20 febbraio all’Auditorium Le Fornaci di Terranuova Bracciolini (via Vittorio Ven­eto, 17). L’appuntamento fa parte di Cinema 9 e ½, la rassegna a cura dell’associazione Macma (ingresso intero 5€, ridotto 4€).

 

Vincitore del premio per la Settimana della Critica al Festival di Cannes 2018, “Diamantino” dei neofiti Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt, racconta del fuoriclasse portoghese, la prima stella del calcio al mondo (interpretata da Carloto Cotta), che in seguito a un infortunio, perde il suo tocco speciale e termina la sua carriera in disgrazia. Alla ricerca di un nuovo scopo, l’icona internazionale inizia così un’ odissea delirante in cui affronta il neofascismo, la crisi dei rifugiati, le modificazioni genetiche, gli abusi per mano delle sue sorelle gemelle malvagie, alla costante ricerca del genio. Gli spettatori assisteranno a una favola per adulti a metà fra satira politica e science-fiction.

 

Si legge tra le note di regia di Gabriel Abrantes: “Volevamo un personaggio semplice, iconico, carismatico, come Balthazar in Au Hasard Balthazar. Volevamo la coppia romantica più improbabile, divertente e sexy, come Katharine Hepburn e Cary Grant in Susanna! Volevamo una descrizione politica schizofrenica che rispecchiasse la follia della nostra realtà, un po’ alla South Park o Vogliamo vivere! di Lubitsch fino ad Iron Man. Volevamo una favola come Cenerentola. Diamantino è un’icona, un mito, che si ritrova dentro una storia d’amore affascinante e improbabile, imbrigliato in una miriade di macchinazioni politiche, ma tutto è bene e quel che finisce bene”.

 

A chiudere gli appuntamenti del mese, il 27 febbraio è in programma “Il Terzo omicidio” del giapponese Kore’eda Hirokazu. Il thriller orientale indaga il rapporto continuo e opaco che l’indole umana instaura con la verità. Misumi confessa l’omicidio del suo datore di lavoro, allo stesso modo in cui trent’ anni prima confessò un precedente evento analogo. Il suo avvocato Shigemori sospetta che il reo confesso non dica il vero e nasconda ben altro.

 

Ingresso: intero 5€, ridotto 4€ (per under 26 / over 65), abbonamento 10 spettacoli 30€, 5 spettacoli 17,50€.

 

Info: inizio proiezioni ore 21.30 Info www.lefornaci.org | [email protected] | auditorium Le Fornaci, via Vittorio Veneto 17, Terranuova Bracciolini (AR).

 

UFFICIO STAMPA VALDARNO CULTURE

Sara Chiarello; Valentina Messina 327/4419370;

[email protected]