Aumento dell’ IMU a Bibbiena: No del PD

L’ aumento degli stipendi di sindaco e assessori all’inizio del mandato non ci era piaciuto, ma l’aumento dell’IMU su quasi tutti i fabbricati produttivi ci piace ancora meno: un salasso da oltre 300 mila euro l’anno in piena crisi economica.
L’aliquota base e’ stata portata allo 0,99, mentre la somma di IMU + TASI era pari allo 0,9.
Un aumento del 10 per cento, a nostro avviso inopportuno, a carico di cittadini gia’ gravati da TARI e addizionale Irpef:
Se questo e’ il comune virtuoso di Vagnoli a noi non piace. A lui torneranno i conti e i bilanci, ma ai bibbienesi no!
Ancora meno ci erano piaciute le gravi affermazioni che addirittura negavano l’aumento degli stipendi, prendendo in giro gli stessi cittadini amministrati (al punto che pare che in bilancio ci siano maggiori uscite per oltre 50 mila euro); oggi con l’imu si tenta nuovamente di tirare in ballo lo Stato o di affermare che nulla e’ cambiato.
Ma le bugie hanno le gambe corte.
E non si puo’ nascondere quello che un facile confronto con l’anno precedente fa emergere.
Nell’ interesse dei cittadini chiediamo lo stralcio di questo aumento, e il ripristino della vecchia aliquota. C’e’ tempo fino a dicembre!
Aspettiamo fiduciosi una risposta dal Sindaco.
Unione comunale del PD di Bibbiena