Banksy e gli “Affreschi Urbani” a Sansepolcro. La Street Art strizza l’occhio al Rinascimento

“Sansepolcro è già ripartita, focalizzandosi sulla cultura e sulle varie forme di arte. Questa mostra dedicata a Banksy è uno dei tasselli più importanti della ripartenza”.

Con queste parole il sindaco di Sansepolcro Mauro Cornioli ha introdotto la conferenza stampa di presentazione dell’evento “AFFRESCHI URBANI. PIERO incontra un artista chiamato BANKSY”, che verrà inaugurato questo pomeriggio alle ore 18 al Museo Civico (ingresso solo su invito). In conferenza, erano presenti anche l’assessore alla Cultura Gabriele Marconcini, il presidente dell’associazione “MetaMorfosi” Pietro Folena, il direttore del Museo Civico, Maria Cristina Giambagli e uno dei curatori, Gianluca Marziani. L’altro è Stefano S. Antonelli.

“Ringrazio l’assessore Marconcini perché è stato il vero motore di questa mostra – ha continuato il sindaco – Siamo orgogliosi di aver portato questo evento a Sansepolcro e siamo sicuri che sarà un importante traino per il turismo, soprattutto in questo periodo post Covid in cui i piccoli centri sono più appetibili rispetto alle grandi città o ai luoghi particolarmente affollati. Ringrazio MetaMorfosi e Civita per la parte legata alla produzione e alla gestione. Infine ringrazio gli uffici del Comune e il Museo perché, appena saputo che potevamo procedere con l’organizzazione della mostra, hanno fatto tutto il possibile per restare nei tempi. Avanti con questa bella opportunità: per il territorio, i locali, il commercio, gli operatori turistici. Concludo sottolineando i risultati più che positivi della governance del nostro Museo Civico, decisa tre anni fa. Un modello di gestione che ha già garantito mostre di spessore, come quella di Caravaggio, Leonardo e McCurry”.

La mostra, fortemente voluta dal Comune, è stata promossa e prodotta da MetaMorfosi Associazione Culturale, in collaborazione con Civita. E’ il frutto dell’originale accostamento tra Banksy, uno dei maggiori rappresentanti della Street Art, e Piero della Francesca, uno dei maestri della pittura italiana del Rinascimento.

“Può sembrare un azzardo mettere in relazione i due artisti, ma in realtà non lo è – ha spiegato Marconcini – Piero della Francesca, con i suoi affreschi, è infatti considerato una delle massime espressioni del linguaggio della pittura murale ed ha rivoluzionato il paradigma artistico e culturale del suo tempo. Lo abbiamo accostato ad un artista contemporaneo, Banksy, che attraverso i muri diffonde messaggi figurativi in grado di scuotere le coscienze. Affreschi e Street Art sono due linguaggi diversi ma presentano numerose analogie. Certamente ci sono anche delle sostanziali differenze, che rendono ancora più suggestivo questo accostamento. Per esempio, l’affresco doveva durare a lungo nel tempo mentre la Street Art è più effimera e mutevole. La pittura murale aveva sempre una committenza molto rigida, espressione dei ceti egemoni, mentre la Street Art è più popolare e libera. Però, entrambe, possono proporre valori e ideali che hanno un respiro a-temporale, che va al di là delle epoche storiche. L’idea ci è piaciuta subito e troverà consenso nei visitatori. Contestualmente alla mostra, domani riapre anche il Museo Civico, rimasto chiuso nei mesi di lock down. Un buon auspicio, ne siamo sicuri. Concludo ricordando che proprio oggi, giorno di inaugurazione di questa importante mostra, si celebra il 503° anniversario dalla morte di Luca Pacioli, un altro grande biturgense”.

 

“MetaMorfosi è molto soddisfatta di aver contribuito a realizzare questo progetto suggestivo – ha dichiarato Pietro Folena –  In pochi mesi ha preso vita una mostra assolutamente originale, profondamente radicata nel territorio e capace di creare emozioni irripetibili. Far incontrare Piero e Banksy, insieme, è un’“eresia” necessaria, per andare al di là della superficie, nel cuore del senso stesso dell’arte. Grazie al coraggio dell’Amministrazione Comunale di Sansepolcro, scommettiamo insieme sulla voglia di cultura e di futuro dopo la pandemia, e su quel turismo che cerca luoghi e territori magici come questa meravigliosa città”.

 

————————————————

 

Orari:

Venerdì, sabato e domenica h 10-13,30 e 14,30-19

 

Biglietti:

Intero € 10,00

Ridotto € 8,50 per gruppi di almeno 10 persone, giovani tra 19 e 25 anni, apposite convenzioni in atto con il Museo, residenti del Comune di Sansepolcro

Ridotto speciale € 4,00 per ragazzi tra 11 e 18 anni

Integrato € 15 mostra + Museo

Ridotto mostra + Museo € 13,00

Ridotto speciale mostra + Museo € 6,5

Gratuito per minori di 10 anni, disabili e relativi accompagnatori, giornalisti accreditati, un accompagnatore per ogni gruppo, due accompagnatori per ogni gruppo scolastico, tesserati ICOM, guide turistiche (munite di tesserino di abilitazione professionale), militari, scuole di Sansepolcro.

 

I biglietti possono essere acquistati all’ingresso o chiamando il numero 199151121 (dall’Italia)

o 0289096942 (dall’estero). Da luglio sarà possibile prenotare e pagare online su TicketOne.

 

 Per informazioni:
mail: [email protected]
Telefono: 0575 732218