Bimbo “dimenticato”: ancora qualche giorno per la decisione del Tribunale. Contatti con i servizi sociali del Comune di residenza della mamma

Ci potrebbero volere ancora quattro o cinque giorni per la decisione del Tribunale dei Minori in merito al futuro del bimbo di 4 mesi lasciato nell’androne di un palazzo a Saione, la notte dell’Epifania, e del fratellino di un anno e mezzo.

Al momento sono stati contattati i servizi sociali di una località del basso Casentino, dove la mamma ha la residenza. Nonostante il Comune di Arezzo, come confermato sia dalle parole del sindaco Alessandro Ghinelli che dell’assessore al sociale Lucia Tanti, si fosse messo subito a disposizione per prendersi cura del piccolo, la competenza è dell’amministrazione di residenza dei genitori. E la mamma risiede, come detto, in Casentino, mentre in padre in Lazio. Nonostante vivessero nel palazzo a Saione.

Intanto, il bambino rimane affidato a Pediatria. Si trova nel reparto del San Donato dal momento del ritrovamento nell’ingresso del palazzo da parte di alcuni ragazzi, che sentito il bimbo piangere ed avendolo visto solo nell’ovetto, avevano chiamato la polizia. Da lì l’intervento degli agenti e dei sanitari e il provvedimento urgente del Pm che ha affidato il piccolo a Pediatria.

I genitori, lei 22 anni, lui 40, sono stati denunciati per abbandono di minore. Sostengono di averlo “dimenticato” nell’androne del palazzo.