Comunali, la sfida sarà Ralli-Ammirati? O è solo fantapolitica? Nel match anche Ghinelli?

Luciano Ralli e Paolo Enrico Ammirati
Luciano Ralli e Paolo Enrico Ammirati

Le elezioni comunali si avvicinano. Maggio dovrebbe essere, con tutta probabilità, il mese in cui Arezzo sarà chiamata a scegliere il nuovo sindaco. Ma tutto tace, almeno ufficialmente, sul nome dei candidati a sindaco. Le parti politiche si trincerano, per ora, dietro a “lavori e consultazioni in corso”.

Ma da qualche giorno due nomi si stanno facendo largo. Luciano Ralli, per il centrosinistra, e Paolo Enrico Ammirati, per il centrodestra.

Sul primo il tam tam si fa sempre più insistente, sul secondo pare che ci sia il favore di una certa parte della destra, la Lega in particolar modo. Tutto dipende anche dalla candidatura regionale.

E Ghinelli? Non ha mai nascosto l’intenzione a ricandidarsi. Anzi, si è messo fin da subito a disposizione del centrodestra. Ma la vicenda Coingas prima e Multiservizi poi, qualche frizione l’avrebbe creata. Forza Italia ha comunicato, con una nota, di affidare la decisione ad un post incontro direttamene con il sindaco. Ma per ora nessuna novità.

Intanto, il vicesindaco Gamurrini ha annunciato, su Facebook, di voler mettere su una nuova lista civica, sganciandosi quindi da OraGhinelli, ma comunque a sostegno della candidatura di Ghinelli. Mentre quest’ultimo, qualche giorno fa, ha palesato l’idea di voler creare una lista del sindaco, alla quale Lucia Tanti ha già dichiarato il proprio sostegno. Candidatura che quindi si confermerebbe, oltre alle altre che si potrebbero prospettare.

E sul fronte del centrosinistra? Oltre a Ralli si è fatto un gran parlare anche della candidatura di Vincenzo Ceccarelli, super assessore regionale e figura politicamente forte e molto apprezzata sul territorio. Intanto, si sta costituendo la formazione “Alleanza per Arezzo”, di cui fanno già parte Pd, Socialisti, Arezzo in Comune. Gruppo quest’ultimo che nelle ultime ore ha annunciato di essersi trasformato in Arezzo2020 ed ha già programmato incontri, il primo venerdì 21 febbraio al Cas del Pionta.

E l’outsider Marco Donati? All’incontro di Alleanza per Arezzo dovevano esserci anche i due coordinatori aretini di Italia Viva, il nuovo partito di Renzi a cui Donati si è legato lasciando anche lui il Pd, ma non hanno partecipato solo, a quanto pare, per impegni pregressi. Il nome di Donati, comunque, si è fatto largo anche tra i possibili candidati alla poltrona più alta di Palazzo Cavallo. Lui in merito non smentisce ne’ conferma, si limita a dire: “negli ultimi giorni ho raccolto, attorno ad un progetto condiviso, molte componenti della società civile”.

Quindi, corsa a tre? Oppure a quattro?  Si attendono sviluppi.