Concerto in Pieve promosso dal Rotary: un contributo importante a favore delle Croce Rossa aretina

E’ stato davvero un grande evento musicale – ma anche e soprattutto culturale e di impegno a favore di chi ha bisogno – quello dello scorso venerdì 3 gennaio ad Arezzo, quando, presso la Pieve di Santa Maria, nel cuore di Arezzo, si è tenuto l’ormai tradizionale “Concerto di Capodanno”, organizzato dal Rotary Club Arezzo.

Alla serata, che ha visto la Pieve gremita, sia di rotariani, sia di tanti cittadini attirati dalla qualità dell’evento, hanno aderito tutti i Rotary Club dell’Area Etruria, oltre ai due Club Inner Wheel della nostra città. Il titolo dell’evento era “SETTE NOTE PER UNA SCALA” e ha visto la partecipazione della flautista Federica Lotti, accompagnata al pianoforte da Niccolò Nardoianni e dall’Insieme Vocale Vox Cordis, diretto dal maestro Lorenzo Donati.

“E’ stato un successo importante e in pieno spirito rotariano. – spiega Carlo Greco, presidente del Rotary Club Arezzo – Una serata partecipata davvero da moltissimi aretini, che ringraziamo anche per le generose offerte che sono arrivate a sostegno del service per la Croce Rossa che era lo scopo finale dell’evento”.

“Abbiamo raccolto – insiste Greco – con il contributo di tutti, dai vari club Rotary, agli Inner Wheel, agli ospiti partecipanti alla serata, una cifra importante che sarà appunto devoluta alla Croce Rossa di Arezzo per l’acquisto per una sedia motorizzata per il trasporto dei pazienti”.
Al concerto in Santa Maria della Pieve hanno presenziato ovviamente anche il “padrone di casa”, don Alvaro Bardelli, e Carlo Cigna, presidente della Croce Rossa aretina, che ha ringraziato i Club service presenti per il loro impegno proprio a favore della stessa Croce Rossa, evidenziando l’importanza dell’acquisto della sedia motorizzata, elemento di grande utilità per l’attività di servizio di trasporto dei malati.