Dramma in A1, padre arrestato. Accusa è omicidio stradale plurimo

Rischia di essere

    arrestato, e il rischio si è concretizzato, il guidatore del veicolo in cui hanno perso la vita una bambina di dieci mesi e un bimbo di 10 anni, nell’incidente avvenuto nel primo pomeriggio in A1, in direzione sud tra Arezzo e Monte San Savino, esattamente al km 360.

L’accusa, nei confronti dell’uomo, è di omicidio stradale plurimo. Si tratta del padre dei minori morti nello schianto. Sono rimasti vittima dell’incidente anche i genitori del guidatore, nonni quindi dei bambini deceduti.

La famiglia è di nazionalità rumena e resta da chiarire dove fosse diretta, come l’esatta dinamica dell’incidente. Sette i feriti, tra cui anche due minori. Al conducente sono stati fatti solo accertamenti in ospedale.

Sul luogo della tragedia il Pm Roberto Rossi. Proseguono le indagini di magistratura e polizia stradale per capire che cosa sia esattamente accaduto. Secondo una prima ricostruzione il mezzo condotto dall’uomo avrebbe urtato un tir fermo a lato strada e poi una vettura.