Elio Germano e Sosta Palmizi al Festival dello Spettatore

Prosegue venerdì 23 ottobre la quinta edizione del Festival dello Spettatore, ideato e promosso dalla Rete Teatrale Aretina organizzato con il sostegno e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Toscana e del Comune di Arezzo

Il Festival, appuntamento unico nel panorama nazionale la cui caratteristica principale è quella di focalizzare la propria attenzione sul pubblico, sarà centrato quest’anno su Lo spettatore digitale. L’emergenza sanitaria legata alla pandemia ha portato gli artisti a sperimentare un’inedita fusione di linguaggi e di mezzi, dando vita alle prime sperimentazioni di spettacoli creati con pensiero teatrale per essere fruiti in forma digitale.

In osservanza al nuovo DPCM tutti gli incontri potranno essere seguiti dal pubblico in diretta streaming sulla pagina facebook della Rete Teatrale Aretina.

Replica in matinée in doppia replica pomeridiana e serale lo spettacolo di teatro digitale “Il Mezzo”, della compagnia GenoveseBeltramo, rivolto alle scuole secondarie e al pubblico. Lo spettacolo, che vede una parte dal vivo e una parte con l’utilizzo di un casco di realtà virtuale, ha vinto il bando Bugs, promosso nell’ambito della progettualità delle Residenze Artistiche come progetto di sostegno alla produzione di uno spettacolo di teatro per ragazzi, fruibile sulle piattaforme digitali. “Il Mezzo”, ispirato a “Il Visconte Dimezzato” di Italo Calvino, racconta la storia di come il visconte Medardo di Terralba, partito per andare in guerra contro i turchi, tornò dalla Boemia diviso in due metà, una buona e una cattiva.

E’ in live streaming su piattaforma ilsonar.it per lo spettacolo per la scuola primaria “OZz”, di Kanterstrasse Teatro, liberamente ispirato a “Il meraviglioso mago di Oz” di L. F. Baum, scritto e diretto da Simone Martini.

Alle ore 14,30 presso il Teatro Pietro Aretino, inizia la giornata di studi Lo spettatore digitale, con la presentazione di Sonar, la piattaforma per il teatro digitale creata da Straligut Teatro. Esiste il teatro digitale, o la stessa definizione è di per sé un ossimoro? Il mezzo digitale può essere uno strumento per esplorare nuove forme creative, o per incontrare nuovi pubblici? Fra gli invitati Laura Gemini, docente di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi – Università di Urbino, Michele Trimarchi, docente di Economia della Cultura – Università di Bologna, gli artisti digitali Federica Patti e Francesco Marcantoni.

La giornata proseguirà con la prima nazionale dello spettacolo di teatro danza per ragazzi Esercizi di fantastica, nuova produzione di Sosta Palmizi da un’idea di Giorgio Rossi (Teatro Petrarca, ore 18). Esercizi di fantastica, presentato in collaborazione con la rassegna Altre Danze_Portiamo i ragazzi a teatro!  a cura di Sosta Palmizi e con Progetto 5 “Meno alti dei pinguini” racconta, con il linguaggio della danza e del movimento, il potere dell’immaginazione che trasforma cose e persone in qualcosa di sempre inaspettato e straordinario. Gli autori sono stati ispirati dall’idea di “Fantastica” dello scrittore Gianni Rodari, di cui nel 2020 si celebrano i 100 anni dalla nascita. Alle ore 20 (partenza parcheggio Rossellino) il Pullman dello spettatore porterà il pubblico al Teatro Verdi di Monte San Savino per assistere allo spettacolo Segnale d’allarme – La mia battaglia VR, scritto, diretto e interpretato da Elio Germano. Trasposizione in realtà virtuale de “La mia Battaglia”, opera portata in scena da Elio Germano, lo spettacolo porta lo spettatore a confondere immaginario e reale. Al termine incontro con l’attore.

il programma completo su

festivaldellospettatore.it

INFO FESTIVAL

[email protected]

tel. 331 7880087

INFO PRESS: Elena Lamberti [email protected] 349 5655066