Fondazione Ivan Bruschi, “Ogni cosa da noi è una storia” : tra scienziati, falsari e musicisti jazz

La Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da UBI Banca, propone attraverso i propri canali social Facebook, Instagram, Youtube, LinkedIn e sul sito internet www.fondazionebruschi.it, nuovi appuntamenti video per grandi e per bambini, grazie all’iniziativa “Ogni cosa da noi è una storia”. Un’opportunità in più per appassionati e curiosi per scoprire o conoscere ancora meglio l’eclettica collezione del celebre antiquario aretino, custodita nell’omonima Casa Museo, ancora chiusa al pubblico dei visitatori.

 

La nuova programmazione parte dal 15 aprile: lo scienziato Alberto Unapietra, interpretato dall’attore Samuele Boncompagni dell’Associazione Culturale Noidellescarpediverse, accompagnerà tutti i bambini nel percorso virtuale “Scienza, genio e follia”, alla scoperta delle più curiose opere e invenzioni presenti all’interno di Casa Bruschi.

Venerdì 17 aprile sarà online l’interessante e divertente approfondimento sulla storia di alcuni pezzi particolari della collezione numismatica della Fondazione Bruschi: la dottoressa Franca Maria Vanni narrerà gli originali “Aneddoti Numismatici. Da mercanti a falsari”.

Lunedì 20 aprile sarà pubblicato il video “Note di Jazz”, un nuovo viaggio nel mondo musicale di Casa Bruschi, grazie al contributo di Francesco Giustini, presidente dell’Associazione Jazz On The Corner e direttore artistico della rassegna Jazz&Wine che da anni si svolge nello splendido panorama estivo delle terrazze del Museo.

 

I video realizzati dalla Fondazione Bruschi vengono trasmessi inoltre su Teletruria il lunedì, mercoledì e venerdì alle ore 19,20 e su ArezzoTV tutti i giorni alle ore 18,30.

 

Tutti coloro che, aderendo all’iniziativa “Ogni cosa da noi è una storia”, vorranno condividere ricordi e esperienze vissute visitando la Casa Museo dell’Antiquariato, oppure raccontare le personali passioni collezionistiche sono inviati ad inviare alla Fondazione Bruschi foto, commenti e video, tramite i canali social utilizzando #noidavoi o tramite l’e-mail [email protected]