I cani fuggiti per paura dei fuochi di San Donato

“Il Sindaco valuti la possibilità di una deroga per restituire ai loro padroni quei  che l’altra notte, spaventati dai fuochi artificiali, sono fuggiti dalla loro casa”.

Alessandro Caneschi, consigliere comunale e Segretario comunale del Pd, rivolge questo appello al Sindaco Ghinelli. “Conosciamo le norme ma riteniamo che occorra buon senso nella loro applicazione. Un cane  che è fuggito per strada, spaventato dai fuochi, non può rimanere rinchiuso in un canile per sei mesi, in isolamento e lontano dalle persone che fino all’altra notte ne hanno avito quotidianamente cura. Si aggiungerebbe danno a danno ad un cane che non ha nessuna colpa”.

Claudia Maurizi, consigliera Comunale PD aggiunge: “Enpa, WWF e OIPA,  già prima dello svolgimento dei fuochi, avevano segnalato il problema ma, come successo in questi anni di amministrazione Ghinelli, l’appello è rimasto inascoltato”.