Il consiglio dà l’ok ad assestamento di bilancio, modifica Tari e piano lavori pubblici. 6 mln e mezzo di entrate in meno

Il consiglio dà l’ok ad assestamento di bilancio, modifica Tari e piano lavori pubblici
Per il Comune minori entrate per 6 milioni e 481mila euro. Ridotta la tassa sui rifiuti
Alcune opere pubbliche accederanno a contribuzione regionale e ministeriale

Il consiglio comunale ha approvato l’assestamento generale di bilancio, la modifica al regolamento della tassa sui rifiuti (Tari) e la variazione del programma triennale dei lavori pubblici 2020/2022.

A causa dell’emergenza Covid, il Comune ha assorbito una lunga serie di minori entrate, per un totale di 6 milioni e 481mila euro, che vanno dall’Imu (- 2 milioni e 803mila euro) alla Cosap (- 831mila euro), dalle rette (- 902mila euro) alla tassa di soggiorno (- 250mila euro), dalle sanzioni al codice della strada (- 690mila euro) ai diritti sulle affissioni pubblicitarie (- 220mila euro).
Risorse aggiuntive, per un totale di 4 milioni e 251mila euro, sono state reperite grazie a trasferimenti erariali, donazioni private e risparmi a seguito di rinegoziazione dei mutui con la cassa dei depositi e prestiti.
L’amministrazione, per fare fronte all’emergenza, ha messo a bilancio 3 milioni e 485mila euro per rimborsi, spese di sanificazione, acquisto di prodotti sanitari, bonus emergenza alimentare, bonus turismo e cultura, bonus associazioni sportive, bonus case popolari e progetti di coesione sociale.

Inoltre, sempre per l’emergenza Covid, è stata ridotta del 50% la parte variabile della Tari, con l’intento di sostenere le attività economiche più in sofferenza. Questa riduzione è stata finanziata con uno stanziamento di 650mila euro. Per il 2020 resteranno in vigore le tariffe Tari del 2019.

Per quanto riguarda il programma dei lavori pubblici, la variazione principale riguarda le modifiche al finanziamento di alcune opere che accederanno a contribuzione regionale e ministeriale. Si tratta della realizzazione di un percorso aretino dei cammini di Francesco, all’ingresso della Fortezza (importo di 269mila euro); degli interventi di manutenzione straordinaria, legati agli adeguamenti anti incendio, alla scuola media IV novembre (importo di 120mila euro); degli interventi di manutenzione straordinaria alle facciate e agli infissi della scuola elementare e materna di Indicatore (importo di 195mila euro).​