Il sindaco di Castiglion Fiorentino incontra il collega “cugino” di Castiglione Torinese

Tra gli scopi dell’Associazione Nazionale Città Castiglione c’è quello della diffusione del “potenziale circuito turistico formato dalle Città Castiglione e valorizzare le comuni caratteristiche storiche, artistiche, culturali di cui il toponimo Castiglione è testimonianza”

All’indomani delle elezioni amministrative si erano ripromessi di vedersi di persona, in quanto sindaci di due paesi gemellati dal toponimo “Castiglione”, e poi, per una serie di circostanze ben note, l’incontro è slittato in questo mese di agosto. Loris Lovera, sindaco di Castiglione Torinese, in sella alla proprio moto e insieme alla moglie, è arrivato a Castiglion Fiorentino per incontrare il collega Mario Agnelli e non solo. Infatti, c’è stata anche la sosta dal presidente della Pro Loco, Paolo Faralli, che ha prontamente fatto indossare la maglia-gadget 2020 “RicoloriAMO Castiglion Fiorentino”.

Il 25 giugno 1994 a Castiglione in Teverina (Viterbo) si è dato luogo alla costituzione dell’Associazione Nazionale Città Castiglione, con l’intento di unire tra loro i vari paesi d’Italia aventi in comune il toponimo “Castiglione”. Tra gli scopi dell’Associazione c’è quello della diffusione del “potenziale circuito turistico formato dalle Città Castiglione e valorizzare le comuni caratteristiche storiche, artistiche, culturali di cui il toponimo Castiglione è testimonianza”.

“L’Associazione dei Castiglioni d’Italia deve ricominciare la sua attività per la promozione delle nostre cittadine. Con Loris Lovera, Sindaco di Castiglione Torinese, il comune più a nord, ci stiamo lavorando e anche i Sindaci di Castiglione del Lago, Castiglion Fibocchi e Castiglion della Pescaia hanno confermato la loro disponibilità. La promozione dei Castiglioni d’Italia riparte. Quest’anno, in particolar modo, proprio per non far crollare completamente il comparto turistico-ricettivo abbiamo visto come sia indispensabile e strategica la diversificazione dei flussi turistici. Importantissimo l’arrivo del turista straniero ma non possiamo, quindi, dimenticare il contributo che arriva dai viaggiatori italiani.

Da qui l’idea del portale ‘Experience Castiglion Fiorentino’, il nuovo progetto per l’offerta turistica rivolto, almeno per quest’anno, essenzialmente verso gli italiani. L’imperativo è quello di ‘essere inclusi’ per ulteriormente confermare e fortificare la sinergia con gli operatori locali per far meglio apprezzare il nostro territorio con tutte le sue peculiari età.  Per aderire al portale esperienziale basta seguire tutte le procedure elencate nel sito internet www.experiencecastiglionfiorentino.it” dichiara il sindaco con delega al Turismo, Mario Agnelli.