La chef aretina Marialuisa Lovari guida gli azzurri alle selezioni del “Mondiale” delle arti gastronomiche”. Coldiretti: “vanto per tutto il territorio”

“E’ per tutto il territorio che rappresentano un grande vanto sapere che la Chef Marialuisa Lovari, vicepresidente dell’Associazione Cuochi Arezzo, affiancata da un team aretino composto da Susanna Del Cipolla e Briget Gimmi, sono in gara al Bocuse D’Or, con l’obiettivo di guadagnarsi le qualificazioni alla più importante competizione mondiale delle arti gastronomiche – afferma il Presidente di Coldiretti Arezzo Lidia Castellucci – desidero formulare a nome di tutta la nostra associazione i migliori auguri per questa importante sfida che porta ancora una volta il nome di Arezzo alla ribalta. La nostra collaborazione con l’Associazione Cuochi Arezzo, che è in essere da molti anni e ha sempre valorizzato il connubio fra le produzioni di eccellenza e le preparazioni di piatti di qualità, ci fa pensare che nel tempo abbiamo saputo cogliere il miglior modo per valorizzare il nostro territorio facendo sistema. Sapere che le tre chef stanno per cimentarsi in questa prestigiosa prova, significa che la passione, il talento, la dedizione e la creatività sono state già premiate”.

Presentate proprio ieri a Milano le candidature dei tre team italiani che si sfideranno per la prima prova selettiva che porterà una sola squadra italiana alle gare europee. La selezione italiana del Bocuse d’Or Italia organizzata dall’Accademia Bocuse d’Or Italia, con la collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi, dovrà appunto individuare il Team Italia che prenderà parte alle gare europee di Tallin 2020 (28 – 29 maggio) con l’obiettivo di guadagnarsi le qualificazioni alle finali del Bocuse d’Or di Lione 2021.

“I nostri complimenti vanno anche a Roberto Lodovichi e Gianluca Drago, rispettivamente Presidenti dell’Associazione Cuochi Toscana e Cuochi Arezzo, il merito di saper guidare le due associazioni, regionale e provinciale – commenta Lidia Castellucci – con impegno e grande audacia permette di creare uno spirito di squadra del tutto positivo che contribuisce a rendere possibili momenti come questo”.