La Chimera ruggisce contro un inizio anno sfortunato

Domenica scorsa al Pala Pellicone di Ostia si sono svolti i Campionati Italiani dei tre stili di Lotta Olimpica (greco romana, stile libero e stile libero femminile), prima manifestazione di alto livello di questo nuovo anno sportivo, al quale hanno partecipato circa trecento atleti.

Il sodalizio aretino ha schierato per loccasione solo due atleti, dovendo fare i conti con gli infortuni.

Tommaso Stopponi affronta la difficile categoria fino a 67kg..Nellincontro di qualificazione batte per superiorità tecnica (8-0) il romano della Borgo Prati Pusole senza grossi affanni. Ai quarti di finale incontra il forte catanese Sanfilippo, atleta della nazionale, dovendo arrendersi (0-9) alla superiorità dellavversario. Con larrivo in finale del catanese, il lottatore aretino viene recuperato fino a dover disputare la finale per il bronzo. Purtroppo la fortuna in questo periodo non ci è amica e Tommaso si trova a dover disputare la finalina con un altro atleta azzurro, in calabrese Marvice. Laretino prova a sorprendere lavversario mettendolo in difficoltà più volte, ma latleta delle Fiamme Rosse ha la meglio (0-8) e fa suo il gradino più basso del podio lasciando a Stopponilamaro in bocca del quinto posto. Merito dellaretino quello di aver venduto cara la pelle.

Nella categoria 55kg Carlo Cardone, primo anno junior, ha la chance per salire sul podio, ma non riesce a sfruttarla visto anche la preparazione degli avversari. Il periodo di inattività forzata a ridosso dellappuntamento sportivo si fa sentire soprattutto quando i minuti passano sulla materassina, va comunque premiato per limpegno e la costanza in allenamento.

Nonostante gli incontri persi si trova a ridosso del podio, classificandosi al quarto posto.

Il Tecnico della Chimera Roberto Stopponi abbiamo aperto lanno dovendo fare subito i conti con la sfortuna, gli infortuni che hanno caratterizzato la fine dellanno passato sono seri esperiamo che non complichino la stagione in corso. Oggi dobbiamo accontentarci di quello che hanno fatto i ragazzi.

In gara era presente un altro aretino che ha dismesso i colori della Chimera Arezzo per accasarsi, per ragioni si studio, al Cus Torino ma che fa sempre parte della nostra famiglia. Riccardo Glave ha combattuto nella categoria fino a 72 kg. conquistando la sua prima medaglia doro senior. Con la vittoria del titolo tricolore si riaprono per lui le porte della Nazionale, andando a disputare il prossimo Campionato Europeo.

Ottimo studente. Avvicinatosi alla Lotta con il progetto Sport a Scuola avviato da Sergio Stopponi con le scuole elementari;cresciuto sulla materassina di Piazza San Giusto allenato da Roberto Stopponi. Con la Società aretina ha vinto ben sedici titoli italiani, riuscendo a salire sui gradini più bassi del podio altre dieci volte (tre argenti e sette bronzi). Ha vestito più volte la maglia azzurra fino a partecipare al Campionato Mondiale e Campionato Europeo di lotta greco romana nel 2015, oltre alla partecipazione a tornei internazionali. Da questanno veste i colori dellUniversità della città della Mole.