La Ginnastica Petrarca piange la scomparsa di Luigi Malatesti

Il dirigente, attuale revisore dei conti della società, è stato tra i protagonisti silenziosi degli ultimi anni. Malatesti aveva la responsabilità dell’amministrazione, ponendo le basi per la crescita del movimento

AREZZO – La Ginnastica Petrarca piange uno dei suoi più storici dirigenti. Luigi Malatesti, attualmente revisore dei conti della società aretina, è scomparso domenica 6 dicembre al termine di una lunga malattia che, comunque, non gli ha impedito di continuare a dedicarsi alla disciplina di cui è stato tra i silenziosi protagonisti dell’ultimo ventennio.

Il suo percorso dirigenziale ha conosciuto il proprio apice negli anni 2000 al fianco dell’ex presidente Paolo Pratesi quando, da impiegato bancario, assunse la delega alla gestione amministrativa e pose le sue competenze professionali anche al servizio della Ginnastica Petrarca. Il consolidamento, la crescita e l’affermazione della storica società tra le maggiori realtà italiane sono state merito anche della sua attenta e virtuosa gestione finanziaria che ha rappresentato un motivo di serenità per lo svolgimento della vera e propria parte tecnica e sportiva.

La sua passione e la sua dedizione a questo sport sono state confermate anche in occasione dell’ultima assemblea elettiva dello scorso febbraio quando, nonostante la malattia, proseguì il proprio impegno come revisore dei conti. «Luigi è stato uno dei protagonisti “silenziosi” degli ultimi venti anni della Ginnastica Petrarca – ricorda la dirigenza. – Uno di quei protagonisti di cui non si parla perché svolge il proprio lavoro nelle retrovie per porre quelle solide basi per permettere alla società di crescere e di programmare la propria attività serenamente. Lo ricorderemo per la sua umanità, per la sua umiltà e per la massima cura riposta nello svolgimento dei propri incarichi: a lui va il nostro ringraziamento e, in questo momento di dolore, alla sua famiglia va la nostra vicinanza».