L’assessore Tanti: “Coronavirus, nessun caso nell’Aretino. Dispenser già in distribuzione. Le decisioni su chiusura scuole o sospensione manifestazioni saranno prese a livello nazionale. Altre indicazioni sono bufale”

E’ ancora l’assessore alla sanità, alla scuola e al sociale del Comune di Arezzo, Lucia Tanti, a diffondere un vocale, tra le chat delle scuole, degli insegnanti, delle associazioni sportive per fare il punto sulla situazione Coronavirus. E chiarisce e ribadisce, ancora una volta, che ad Arezzo e in provincia non ci sono casi.

“Stamani mattina, insieme al sindaco, abbiamo incontrato l’Asl e da poco il San Donato ha alcuni accorgimenti, per quanto riguarda il pronto soccorso e l’accesso delle persone al presidio stesso. Sono accorgimenti finalizzati e funzionali alla prevenzione, quindi non c’è nulla di nuovo rispetto a ieri. Cioè non ci sono casi di Coronavirus nè ad Arezzo, nè in provincia di Arezzo.

Ma questi accorgimenti sono stati presi, ed è bene che sia stato fatto, in via prudenziale. Mi risulterebbe che domani gli stessi accorgimenti verranno presi anche per il presidio ospedaliero del Valdarno.

Oggi abbiamo due riunioni in calendario, una alle 12 e una alle 15, sempre a Firenze. Al termine dovremmo avere qualche chiarezza in più rispetto agli indirizzi di ordine generale, sia in merito alle scuole, sia in merito a tutto ciò che concerne altre tipologie di manifestazioni.

Fino a stasera non ci possono essere informazioni generali e vi confermo che è indirizzo nazionale quello di far sì che le indicazioni e decisioni siano prese, non in maniera autonoma, ma in maniera concordata e condivisa sul piano, minimamente regionale, o meglio se nazionale.

Quindi in questo momento informazioni su scuole, sospensioni di manifestazioni o iniziative sono delle bufale fino a che non verrà concordato in termini generali nulla cambia.

Per quanto riguarda la città e la provincia ancora, in questo momento, non risultano casi di Coronavirus e quindi va mantenuta una ordinarietà tranquilla e prudenza. Ed evitare, lo dico ancora, atteggiamenti di sovraffollamento di supermercati e di reazioni di panico che, ripeto, non servono a nessuno.

Stamani mattina sono arrivati i dispensatori di materiale igienizzante che stiamo già distribuendo nelle scuole, negli uffici comunali, nelle palestre e nei centri di aggregazione sociale. Quindi, sta andando tutto secondo lo schema che insieme al sindaco ci eravamo dati. Entro stasera, nei tempi congrui possibili, darò tutte le informazioni. Mi raccomando, manteniamo la calma. Non c’è bisogno di essere agitati oltre misura”.